Sport

Mtb: domenica la Radmarathon

immagine

SOLDEN, Austria — Con i suoi 238 chilometri di pista unica per un dislivello di 5.550 metri è una delle sfide più dure al mondo per i ciclisti della mountainbike. Saranno oltre 4000 i concorrenti, provenienti da tutto il mondo, che domenica prossima affronteranno la Radmarathon sul massacrante percorso che si snoda tra Austria e Alto Adige.

La gara prende il via alle 6.30 in Tirolo, a Sölden, per passare attraverso il Küthai e proseguire verso il Brennero, toccando Vipiteno e attraversando i passi di Giovo e Rombo, e poi tornare al punto di partenza. Il tempo minimo di percorrenza previsto è di circa 7 ore.
 
Il percorso, molto duro e faticoso, non ha scoraggiato i 3862 uomini e le 202 donne che si sono iscritte alla sfida. I partecipanti (per più della metà tedeschi) provengono da 22 nazioni. Anche Austria e Italia sono ben rappresentate.
 
Il clima rappresenta una sfida nella sfida: se da un lato si spera nel bel tempo, i corridori dovranno comunque affrontare una forte escursione termica. Il percorso si snoda, infatti, tra zone di alta montagna, i dolci pendii dei vigneti e ghiacciai.
 
Tutta la valle sarà impegnata nell’evento. Ci saranno servizi di ristoro lungo il percorso, grazie all’aiuto di 680 volontari. Alcuni tratti, normalmente percorsi dalle automobili, verranno chiusi al traffico per rende la gara più sicura.
 
L’evento sportivo si concluderà alle 21 con una grande festa: nella suggestiva cornice della Freizeit Arena di Sölden, tra spettacoli e musica, verranno premiati i vincitori della giornata.
 
 
 
Candida Cereda
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close