Sport

Slittino e skeleton: gli alpini alle Olimpiadi di Sochi

Patrick Gruber e Christian Oberstolz durante la gara di doppio maschile (Photo Gio Auletta/Pentaphoto)
Patrick Gruber e Christian Oberstolz durante la gara di doppio maschile (Photo Gio Auletta/Pentaphoto)

COURMAYEUR, Aosta — Iniziano oggi le gare di Slittino Artificiale delle Olimpiadi di Sochi. Dei 10 atleti azzurri di questa disciplina, tre provengono dall’Esercito. Appartiene agli Alpini anche l’unico convocato per lo Skeleton che gareggerà dal 14 febbraio.

Tra poche ore si svolgeranno le prime due manche del singolo maschile che daranno il via alle competizioni dello Slittino Artificiale delle Olimpiadi di Sochi. A queste seguiranno il singolo femminile, il doppio e la gara a squadra, novità dell’edizione 2014.

Tra gli atleti azzurri appartenenti all’Esercito ci sarà l’altoatesino Patrick Gruber che gareggerà in coppia con lo storico compagno Christian Oberstolz, altro altoatesino appartenente però al gruppo Carabinieri. La coppia tenterà la conquista della prima medaglia olimpica nel doppio, reduci dal titolo europeo vinto a Sigulda solo pochi giorni fa.

In campo femminile c’è grande attesa per l’altoatesina Sandra Gasparini, soprattutto per la gara a squadre. L’Esercito schiera inoltre l’unico convocato italiano per la disciplina dello Skeleton: il piemontese Maurizio Oioli. L’alpino affronterà gli avversari venerdì 14 con le prime due manches del singolo maschile.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close