Outdoor

Mondiali: bronzo a una Karbon gigante

immagine

AARE, Svezia — La vittoria è andata a Nicole Hosp. Ma la grande protagonista dello slalom gigante mondiale di ieri sera ad Aare è stata l’azzurra Denis Karbon, autrice di un recupero straordinario dalla 12esima posizione, che alla fine le è valso la medaglia di bronzo.

Dopo l’argento del 2003 a Saint Moritz, due anni dopo ecco il bronzo ad Aare, sempre nello
slalom gigante. La Karbon (nella foto) difficilmente sbaglia gli appuntamenti importanti. Dodicesima dopo la prima manche, a 99 centesimi dalla capolista Julia Mancuso, l’azzurra è scesa con grande determinazione nella seconda.
 
«Ho disputato una delle più grandi gare della mia vita», ha detto Denise. «Nella prima manche non ho preso il ritmo e il cronometro mi ha bocciato. Nella seconda ho cercato di essere più dinamica, anche il tracciato era più stretto e adatto alle mie caratteristiche».
 
E così eccola alle spalle dell’austriaca Nicole Hosp e della sorprendente svedese Maria Pietilae Holmer che ha fatto meglio della favoritissima Anja Paerson (tre ori a questi mondiali) caduta nella seconda manche.
 
È il primo oro per la corazzata austriaca, finora a bocca asciutta in questi mondiali. Ha deluso Karen Putzer, l’atleta di punta della nazionale italiana. Solo 22esima dopo la prima manche, l’altoatesina ha chiuso al 24esima.
 
Sfortunata Manuela Moelgg: nona dopo la prima discesa e bloccata da uno strappo alla schiena, ha chiuso la sua gara in undicesima posizione. Ventesima piazza per la quarta azzurra, Nicole Gius.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close