Outdoor

Skialp, a Clusone il campionato italiano

immagine

COLERE, Bergamo — Si svolgerà domenica a Colere, in Presolana, la prima edizione della "Sci Alp 3", la nuova formula dello storico Rally della Presolana, dedicata ad Angelo Castelletti. La gara di scialpinismo – una staffetta a tecnica classica – sarà valida come prima prova del Campionato Italiano di specialità.

La gara avrà come teatro le montagne di Colere, da Cima Bianca al Monte Ferrantino. Si svolgerà su un tecnico e suggestivo percorso ad anello sotto la Presolana, che sorprenderà gli atleti e gli spettatori con canalini, creste e saliscendi mozzafiato.
 
Il programma prevede la partenza in linea dei primi staffettisti, cominciando dalle donne. Ogni atleta dovrà percorrere circa 300 metri di dislivello, suddivisi in due salite ed una discesa.
 
La prima salita è a sua volta spezzata in tre tronconi: partenza con le pelli di foca, tratto a piedi in cui le atlete dovranno mettere gli sci sullo zaino, e poi nuovamente gli sci ai piedi. In cima alla salita scenderanno, poi un ulteriore cambio pelli porterà in zona traguardo, dove ci sarà il cambio con la seconda staffettista che si cimenterà sullo stesso percorso.
 
Le donne gareggeranno in due, mentre la staffetta Senior maschile sarà a tre. Non è prevista per questa prima edizione la staffetta giovani, purtroppo penalizzati ancora dal regolamento Fisi di quest’anno.
 
A livello di pronostici, salvo sorprese non dovrebbero esserci problemi per le campionesse del mondo di specialità Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini dello Sci Club Alta Valtellina, mentre un po’ di suspence in più dovrebbe caratterizzare il settore maschile.
 
I favoriti sono senza dubbio gli atleti del Centro sportivo dell’esercito Dennis Brunod, Manfred Reichegger e Dennis Trento. Gli avversari più accreditati potrebbero essere gli atleti dello Sci Club Alta Valtellina: uno su tutti Guido Giacomelli, che gareggerà con gli under 23 Lorenzo Holznecht e Mattia Coletti.
 
Non saranno comunque da sottovalutare altri Club. La Polisportiva Albosaggia potrebbe avere buone chance se Graziano Boscacci potrà gareggiare. Oppure il sodalizio Bela Ladinia, che potrebbe schierare Hansjorg Lunger, Mirco Mezzanotte e magari il giovane Molig che su un tracciato così breve e tecnico potrebbe far soffrire gli avversari più anziani.
 
Il Cse e lo Sci Club Alta Valtellina potranno schierare anche un’altra squadra a testa di assoluto valore: i primi con Eydallin, Maiori e Spini, i secondi con Mottini, Pedrini e Pedergnana che, dopo aver disertato le prime gare, potrebbe rientrare proprio per questa interessante manifestazione.
 
Luca Salini
 
Per maggiori informazioni: www.sciclub13.it
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close