• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Val Serina: la webcam del rifugio minaccia la privacy, sindaco ordina la rimozione

Vista dalla webcam del rifugio Capanna 2000 (Photo courtesy of http://www.oltreilcolle.com/BG01/current4.jpg)Vista dalla webcam del rifugio Capanna 2000 (Photo courtesy of http://www.oltreilcolle.com/BG01/current4.jpg)
Vista dalla webcam del rifugio Capanna 2000 (Photo courtesy of http://www.oltreilcolle.com/BG01/current4.jpg)

OLTRE IL COLLE, Bergamo — La webcam del rifugio Capanna 2000 minaccia la privacy degli escursionisti. Questa la motivazione che ha spinto il sindaco di Oltre il Colle, paesino delle Val Serina, a ordinarne la rimozione dopo che alcuni escursionisti le avevano inviato delle proteste scritte perchè non gradivano essere ripresi.

Il rifugio Capanna 2000 è posto a 2000 metri di quota, sulle pendici del monte Arera, nel comune di Oltre il Colle. La struttura è di proprietà del comune e l’anno scorso è stata installata una webcam.

La telecamera è fissa, l’obiettivo è puntato sulle montagne circostanti e non c’è possibilità di effettuare alcun tipo di zoom. É inoltre utile non solo per gli studi meterologici, ma anche per gli escursionisti e per il soccorso alpino nel caso di interventi che debbano avvenire in zona.

Ha suscitato quindi molto scalpore la lettera inviata venerdì 14 ottobre dal primo cittadino di Oltre il Colle al gestore del rifugio in cui si chiedeva la rimozione della webcam entro lunedì 24. Secondo quanto riferisce la stampa locale, la ragione sarebbe l’arrivo di proteste scritte da parte di escursionisti che non gradivano la ripresa del loro passaggio.

Il sindaco ha quindi ordinato di rimuovere la telecamera perchè minaccia la privacy di coloro che frequentano la zona dell’Arera. Le proteste contro questa decisione sono sfociate in una petizione che ad oggi ha già raccolto oltre 300 firme.

Webcam: www.oltreilcolle.com/BG01/current4.jpg

Articolo precedenteArticolo successivo

12 Comments

  1. Per resistere al solerte sindaco suggerisco al gestore del rifugio di mettere una dovuta informativa a tutela della privacy per chi passa (che dunque potrebbe girare largo se non ama essere ripreso…) in modo che l’utile webcam possa rimanere lì e continuare ad assolvere il servizio, contro il quale credo che l’ordinanza nulla possa.

  2. Qualcuno non ha ancora capito in che mondo viviamo. Per fortuna nella zona dell’Everest gente di questo genere non e’ ancora arrivata…

  3. Ridicolo, semplicemente ridicolo che per poche lamentele di dubbia pertinenza un Sindaco emetta un’ordinanza del genere. E’ vero che siamo nel paese dei mille (e più) divieti, ma ormai, troppo spesso, si supera il ridolo oltre che la ragionevolezza.

  4. Di che cosa hanno paura questi pseudoescursionisti? E il sindaco gli da pure retta.. Se proprio si deve dar seguito alla ridicola legge sulla privacy mettete il cartello. E possibilmente invitate questi signori a starsene a casa

  5. Ma chi va in montagna, a parte il sudore delle ascelle, ha qualcosa da nascondere ?
    C’è chi ha veramente tempo da perdere. Per piacere, scriviamo ai sindaci per cose più serie…

  6. ahahaha…. questi escursionisti sono davvero ridicoli! di cosa hanno paura?? forse sono dei ragazzi che hanno fatto fuga da scuola e quella webcam ha registrato il tutto? 😀

  7. Purtroppo non è un capriccio del sindaco. Quando mi ero interessato per mettere una “camera di sorveglianza” sulla mia proprietà c’erano tali e tante regole (tipo puoi inquadrare il cancello d’ingresso solo se non riprendi la strada e il marciapiede) che ho preferito soprassedere.

  8. se passa questo divieto al Capanna 2000 la logica fa pensare che verranno spente anche tutte le altre webcam che sono nella medesima situazione : Rif. Parafulmine, Guglielmo, Albani, Benigni, etc….

Rispondi a vincenzo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.