News

Emmy Awards, a Barack Obama il premio come miglior narratore nella serie “I parchi nazionali più belli del mondo”

Niente da fare per Nirmal Purja e "14 Peaks"

C’è un po’ di montagna anche quest’anno tra i titoli vincitori degli Emmy Awards, gli Oscar della televisione americana. Non la montagna che forse ci aspettavamo, le altissime quote raccontate nel “14 Peaks”, documentario Netflix dedicato all’ardito Project Possible di Nirmal Purja, ma quella preservata entro i confini delle aree protette più suggestive del Pianeta, raccontate con maestria dall’ex Presidente USA Barack Obama nella serie Netflix “I parchi nazionali più belli del mondo” (titolo originale: Our great National Parks).

Obama si è rivelato un narratore così eccellente da vincere la statuetta come “Outstanding narrator” (miglior narratore). Premio che ritirerà nel corso della cerimonia ufficiale di premiazione, in programma il 13 settembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles.

Di certo un premio non paragonabile al Nobel per la Pace, ma sicuramente una nuova soddisfazione per Barack Obama, che nel corso del suo mandato ha dimostrato un profondo impegno nella difesa della natura del Pianeta, che continua ancora oggi, svestiti i panni presidenziali. “In veste di Presidente, sono stato fiero di avere protetto più terra e acque di qualunque amministrazione nella storia – racconta nel trailer della serie – . E preservare i nostri parchi nazionali e la loro biodiversità per le generazioni future è ancora in cima alle mie priorità.”

Nella storia degli Emmy non si tratta di una prima volta. In passato già un altro presidente USA aveva vinto un premio: Dwight D. Eisenhower nel 1956. Ma nel caso di Eisenhower si trattò di un premio onorario, non di effettivi meriti televisivi.

L’egregia narrazione di Barack Obama batte le altre voci in nomination nella medesima categoria:

  • Kareem Abdul-Jabbar – Black Patriots: Heroes of the Civil War (History)
  • David Attenborough – The Mating Game (Discovery+)
  • W. Kamau Bell – We Need to Talk About Cosby (Showtime)
  • Lupita Nyong’o – Serengeti II (Discovery+)

Niente da fare per Nims

Niente da fare invece per “14 Peaks”, in nomination nella categoria “Outstanding Music Composition for a Documentary Series or Special (Original Dramatic Underscore)”, per la eccezionale colonna sonora realizzata da Nainita Desai.

A battere il documentario estremo che racconta la conquista dei 14 Ottomila in soli 6 mesi e 6 giorni da parte di Nirmal Purja, è stato “Lucy and Desi” (Prime Video), grazie a una colonna sonora realizzata da David Schwartz, lungometraggio a firma di Amy Poeher dedicato alla storia d’amore tra una pioniera della televisione americana, la comica Lucille Ball, e suo marito, l’attore e musicista Desi Arnaz.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close