AlpinismoAlta quota

Picco e Camandona in vetta al Broad Peak. Cazzanelli rinuncia a 8000m per aiutare un alpinista

Come vi avevamo anticipato ieri, martedì 19 luglio in vetta al Broad Peak (8047m) c’erano anche Pietro Picco e Marco Camandona, che ha così messo a segno il suo dodicesimo 8000.

I due alpinisti valdostani, che hanno già scalato in questa stagione il Nanga Parbat, sono partiti dal campo base il 18 luglio arrivando a campo 3, 7000 metri, alle ore 13.30 italiane. Dopo aver mangiato e riposato per qualche ora, sono tornati a salire alle 23. Il 19 luglio 2022 Pietro Picco prima, e a distanza di circa un’ora e mezza Marco Camandona (ore 10.50 ora locale), erano in vetta. Camandona è rientrato in serata al campo base del Broad Peak. Picco si è fermato al C3.

In parete c’era anche Francois Cazzanelli impegnato in una salita in velocità. L’alpinista ha però preferito rinunciare a mezz’ora dalla cima, a circa 8000 metri, per prestare soccorso a un alpinista britannico in difficoltà.  Una volta rientrato al C3, Cazzanelli ha trovato Pietro Picco, con cui è sceso ieri mattina al campo base.

Il resto della squadra, Emrik Favre e Jerome Perruquet, sono nel frattempo saliti al C2 del K2 a 6400m per una ricognizione e depositare il materiale. Trascorsa la notte in quota sono poi scesi al base.

Il prossimo obiettivo è quello principale: il K2.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Divertente vedere le foto di vetta del Broad e osservare gli abbigliamenti: Urubco è il più “modaiolo” 🙂
    E’ vestito come per una gita in quota sulla neve qua da noi.

    Se Cazzanelli ha rinunciato ad una sua corse per aiutare qualcuno, allora lo stimo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close