AlpinismoAlta quota

Torri di Trango. Chiusa la spedizione polacca alla Nameless Tower

Il maltempo che ha caratterizzato la stagione invernale sulle grandi montagne dell’Himalaya e Karakorum non ha concesso sconti nemmeno ai polacchi impegnati sulla Nameless Tower.

Dopo otto giorni in parete Janusz Golab, Maciej Kimel e Michal Krol hanno dovuto cedere al vento forte e al rischio valanghe dopo aver raggiunto i 5750 metri, a poco meno di 500 metri dalla cima posta a 6.286m. La linea di salita scelta, come da programmi è stata la via britannica, quella percorsa nel luglio 1976 dai primi salitori Joe Brown, Mo Anthoine, Martin Boysen e Malcolm Howells. Anche la discesa è stata una bella sfida tra le valanghe, fortunatamente i tre sono riusciti a tornare alla sicurezza del campo base. E dato che l’obiettivo dei polacchi era di salire in invernale la big wall, hanno deciso al ritorno di chiudere la spedizione dato il persistere delle condizioni meteo avverse e l’arrivo della primavera.

Un tentativo non andato  buon fine quello di Janusz Golab, Maciej Kimel e Michal Krol, ma che ha il pregio di aprire all’alpinismo invernale sulle big wall. Ed è interessante che a farlo siano proprio i polacchi, che avevano dato il via con con Krzysztof Wielicki e Leszek Cichy sull’Everest alle scalate degli 8000 nella stagione fredda. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close