Curiosità

I 7 posti più particolari in cui dormire sulle Alpi

Siete stanchi della solita vacanza e avete voglia di provare qualcosa di nuovo? Ecco 7 idee perfette se siete amanti della neve, del contatto con la natura, delle stelle…

Rifugio Fuciade – Trentino

A volte per staccare dalla routine quotidiana quello che si sogna è un rifugio circondato dalle montagne e dalla neve, possibilmente poco raggiungibile. Qui, per arrivarci, serve il gatto delle nevi, o la motoslitta, o una romantica slitta trainata da cavalli. Circondato dalla catena del Costabella e con la splendida vista sulle Pale di San Martino e sul Col Margherita, grazie a un’importante ristrutturazione ha sia il ristorante che due camere accessibili anche alle persone con disabilità. Le stanze del rifugio sono 7, una diversa dall’altra, dotate di bagno privato – alcune con vasca idromassaggio – e linea cortesia a base di erbe. La cucina è all’insegna del gusto di montagna, con piatti della tradizione ladina e non solo, oltre a pane e dolci sfornati ogni giorno nel piccolo laboratorio di pasticceria. C’è anche la possibilità di alloggiare nello chalet, a 10 minuti di camminata dal rifugio, dove poter assaporare le sensazioni dell’antica vita di montagna senza rinunciare ai comfort.

Rifugio Bella Vista – Alto Adige

A un passo dal confine con l’Austria, sul ghiacciaio del Gioco Alto in Val Senales si ha la possibilità di dormire in igloo a 2845 metri di altitudine. La vista è mozzafiato e per i più coraggiosi – o non freddolosi – c’è anche una sauna e una vasca riscaldata all’aperto. All’arrivo in rifugio, dopo la salita in funivia, ci aspetta una bevanda calda, ci viene mostrata la nostra casa di neve e spiegato come funziona il sacco a pelo da spedizione – è sufficiente un normale pigiama per dormire, visto che tengono molto caldo. Dopo l’ottima cena a più portate in rifugio si può tornare nel proprio igloo, con una bottiglia di spumante. Al mattino si può guardare il sorgere del sole, fare colazione in rifugio e riposarsi sulle sdraio delle terrazze solarium, oppure scendere lungo i 7,5 km di pista appena battuta prima che aprano gli impianti…

Rifugio Capanna Presena – Trentino

Sempre su un ghiacciaio, questa volta tra Trentino e Lombardia, sono state allestite tre lussuose e ampie camere-igloo, adatte anche a chi non ama gli spazi ristretti. Accanto a loro, in quello che sembra un piccolo paesello da fiaba, anche una “cantina di ghiaccio”, dove degustare grappe e liquori trentini. Sorgendo proprio di fronte al Rifugio Capanna Presena, a 2750 metri di altitudine sull’omonimo ghiacciaio, questi igloo assicurano agli ospiti la possibilità di usufruire dell’ottima cucina e della suggestiva SPA al coperto con vista sulle cime circostanti. Ogni camera è ispirata a un tema particolare: nella Forst Room, intitolata alla famosa birra locale, è scolpita una donna che serve grandi boccali e due sciatori che si godono la pausa. Nella Water Room, dedicata allacqua Surgiva – famosa fonte oligominerale trentina – appaiono onde stilizzate, grandi gocce d’acqua e una donna sdraiata che si specchia in un laghetto. La Forest Room è invece un inno alla natura, con una mamma lupa che accudisce i propri cuccioli sotto alla luna. Per dormire a una temperatura che rimane sempre attorno a +4 gradi – caldo, se si considera che sul ghiacciaio si toccano a volte i -30 – viene dato in dotazione tutto il necessario: materassini isolanti, materassi classici, coperte di lana nel mezzo, lenzuola in flanella e un caldo piumone. Per dormire bastano quindi un cappellino, una calzamaglia e una maglia termica!

Bed & Breakfast Cablewayroom – Lombardia

Siete amanti dello sci? Vi affascinano le cabinovie? Ecco, sulle Prealpi orobiche abbiamo la possibilità di dormire in una di loro… Dalle ceneri di una vecchia cabina della funivia Albino-Selvino nasce infatti questo B&B con vista: al primo piano si lasciano i bagagli e si fa colazione sulle altalene, al piano superiore si trova la camera da letto panoramica con pareti in vetro, lucernario per ammirare le stelle e materasso ad acqua. Quando si dice il cielo in una stanza… Entrambi i piani sono dotati di riscaldamento a pavimento, alimentato dai pannelli solari. Lenergia del sole viene sfruttata anche per riscaldare lacqua della doccia e la piscina privata esterna (riscaldata anche dinverno). Il riuso creativo non si è limitato alla cabina: il blocco che la collegava alle funi è stato re-inventato diventando la testata del letto.

Caravan Park Sexten – Alto Adige

Chi da bambino avrebbe sempre sognato di dormire sugli alberi alzi la mano… Tornare piccoli in questo caso è possibile, anche se in soluzioni decisamente più di design rispetto a quanto si immaginava ai tempi. Le strutture in legno, realizzate secondo i moderni concetti della bioarchitettura, offrono una vista sulla Meridiana di Sesto e offrono agli ospiti lussuose case sull’albero dotate di soggiorno, televisore, bagno con doccia sensoriale, idromassaggio e sauna. A tre metri e mezzo dal suolo, si può optare per casette più “glamour” o dal sapore vintage, in questo resort che offre anche campeggio, glamping con lodge, hotel con suite, camere, appartamenti e chalet. Il centro wellness è di prim’ordine, con piscina interna ed esterna, vasche idromassaggio, 9 diverse saune, parco Kneipp, trattamenti beauty e sala fitness. La struttura è stato concepita perché la natura entri ovunque, anche e soprattutto grazie alla scelta di materiali naturali locali.

Hotel San Luis – Alto Adige

Se vi affascina l’idea della casa sull’albero ma avvertite anche il richiamo dell’acqua, il San Luis offre diverse tipologie di alloggi: chalet in legno disposti a bordo lago o custoditi nella fitta vegetazione della foresta. È possibile pernottare anche in casette sugli alberi disposte tra le fronde, su uno o più livelli, il tutto in unassolata radura circondata da 40 ettari privati di bosco di larici e abeti, sullaltopiano di Avelengo, che sovrasta Merano. La scelta dei materiali, rigorosamente naturali, non è stata lasciata al caso: per creare un ambiente caloroso e accogliente si è optato per il pregiato Mondholz (legno di luna). La struttura mette subito lospite a contatto con la natura: che sia in riva al lago o nel mezzo di unodorosa pineta, gli chalet sono dotati di camino e sauna privata. Nellampio clubhouse davanti al laghetto montano troviamo ambienti dedicati al relax e alla convivialità, come reception, lobby, bar, ristoranti, cinema, cantina dei vini e dei formaggi. In una zona grande quanto un granaio, dedicata alla piscina, gli ospiti possono immergersi nella piscina coperta e godere del fuoco scoppiettante del camino adiacente, oppure preferire la piscina riscaldata allesterno o ancora la Jacuzzi nel mezzo del laghetto.

Starlight Room Dolomites | Rifugio Col Gallina – Veneto

Se vi piace l’idea di poter guardare le stelle circondati dalla neve, allora vi innamorerete della Starlight Room Dolomites. La si raggiunge in motoslitta dal Rifugio Col Gallina, al Passo Falzarego (a poco più di 15km da Cortina d’Ampezzo), è realizzata secondo i principi dell’ecosostenibilità utilizzando legno di larice e abete lavorato da artigiani locali ed è dotata di pannelli solari per la generazione dell’energia elettrica. Gli interni riprendono lo stile tradizionale delle baite di montagna, ricchi di legno naturale e dei tipici tessuti ampezzani. Grazie a un esclusivo sistema che consente alla struttura di ruotare su se stessa a 360°, è possibile cambiare a piacimento il panorama che si gode dall’interno… Magari seguendo il percorso del sole o della costellazione preferita. La camera è riscaldata, ha un piccolo bagno interno, da un lato vi sono tavolo e panche per poter cenare godendosi il tramonto, dall’altro un letto completamente circondato da vetrate per potersi addormentare sotto le stelle, circondati dalle cime

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close