Alta quota

Alex Txikon in partenza per il Manaslu, una spedizione umanitaria e responsabile

Parte oggi la spedizione di Alex Txikon diretta al Manaslu invernale. Con lui Simone Moro, con cui ha raggiunto la vetta del Nanga Parbat in inverno, e l’amico di mille avventure Iñaki Álvarez. Una spedizione particolare, come l’anno che stiamo vivendo. Una volta atterrati a Kathmandu gli alpinisti si dovranno sottoporre a un periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie nazionali, quindi potranno muoversi verso il campo base della montagna.

L’obiettivo è la salita del Manaslu lungo la via normale per poi proseguire a concatenare il pinnacolo est (7992 m), la punta di settemila metri più alta al mondo. Un progetto che mira a realizzare la salita invernale secondo quelle che vengono ritenute le moderne “regole” dell’himalaysmo invernale che prevedono l’arrivo al campo base dopo il 21 dicembre e la realizzazione della salita entro il 21 marzo. Differenziandosi così dalla spedizione polacca che ha compiuto la prima invernale il 12 gennaio 1984, raggiungendo le pendici della montagna il 2 dicembre e realizzando buona parte dei lavori di preparazione della via prima del solstizio d’inverno.

Una sfida umanitaria e sostenibile

Come già accaduto lo scorso inverno anche stavolta Alex cercherà di offrire il suo aiuto ai popoli delle montagne. In questa occasione avrà con sé centinaia di lampadine solari da distribuire alle famiglie che abitano la regione del Makalu. “Una lampadina cambia radicalmente la vita di una famiglia” il commento di Txikon. “Non ce ne rendiamo conto, ma per questi villaggi avere la luce di notte può significare che i bambini possono imparare a leggere e a scrivere”.

L’altra finalità è quella di fornire strumenti, come le lampadine solari, che lascino il minor impatto possibile sull’ambiente. La stessa cosa anche al campo base, dove verranno installati due pannelli solari (uno verrà poi donato alla locale scuola al termine della spedizione).

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close