News

Un mese di eventi per i 40 anni della Capanna Margherita

Nell’estate 2020 la Capanna Regina Margherita festeggia i suoi primi 40 anni. Il 30 agosto 1980 il rifugio più alto d’Europa, realizzato a 4554 metri di quota sulla punta Gnifetti del massiccio del Monte Rosa apriva infatti per la prima volta le sue porte. Nell’arco di quattro decenni, oltre ad ospitare almeno due generazioni di alpinisti, il rifugio CAI è stato teatro di ricerche e sperimentazioni. Oggi la struttura ospita la più alta stazione meteorologica europea, dotata di sensori che registrano temperatura, radiazione solare e velocità del vento.

Un mese di eventi

Un rifugio unico nel suo genere che merita una festa di compleanno per questa cifra tonda in grande stile. A tale scopo le amministrazioni comunali di Alagna Valsesia e di Gressoney Trinité, in collaborazione con le sezioni Cai di Varallo Sesia, Alagna Valsesia e Gressoney La Trinité, promuoveranno un intero mese di iniziative. Dall’8 agosto al 5 settembre. Una serie di eventi progettati allo scopo di unire l’attenzione all’ambiente alla divulgazione scientifica.

“Ci piace pensare alla Capanna Margherita come la ‘sentinella’ che vigila sul Monte Rosa. Montagna tanto possente quanto debole di fronte ai rapidi cambiamenti climatici che ne stanno minando, anno dopo anno, la stabilità e la fruibilità”, spiega il sindaco di Alagna Valsesia Roberto Veggi.

Tra arte, scienza e cultura

Arte e cultura si porranno dunque al servizio della scienza. Il progetto “DXPLANETSX” nasce ad esempio con l’intento di rappresentare la capacità dell’uomo di interagire con la natura. Si tratta di un’installazione artistica alta quasi tre metri, raffigurante il profilo del cervello umano, al cui interno sono racchiusi elementi del regno animale e vegetale. Ideatore è l’artista e designer Paolo Barichello. La scultura verrà posizionata inizialmente nella Piazza Regina Margherita di Alagna Valsesia, ricoperta di plastica e bottigliette che i bambini di Alagna e Gressoney provvederanno a ripulire in una performance dall’intento educativo. Il 28 agosto sarà poi fissata sulle scale del rifugio Capanna Regina Margherita per essere infine trasferita al Museo Nazionale della Montagna di Torino.

Molteplici le iniziative culturali in programma. Il 12 e il 18 agosto (prima a Gressoney Le Trinité e poi ad Alagna Valsesia), è previsto un incontro dal titolo “Il Monte Rosa: uno straordinario laboratorio a cielo aperto per lo studio della Montagna”, a cura dei professori Michele Freppaz e Marco Giardino, del centro interdipartimentale dell’Università di Torino NATRISK. Il 16 agosto si terrà il convegno “127 anni di Capanna – Storia del Rifugio più alto d’ Europa”, curato dalla sezione Cai di Varallo Sesia, con la partecipazione del Presidente del Cai Vincenzo Torti.

Il 19 e il 20 agosto è invece prevista una conferenza (prima a Gressoney Le Trinité e poi ad Alagna Valsesia) dal titolo “Dall’Istituto A. Mosso alla Capanna Osservatorio Regina Margherita: le ricerche scientifiche in alta quota e sul Monte Rosa dall’origine del Cai ad oggi”, a cura del professore Pier Giorgio Montarolo del dipartimento di neuroscienza dell’Università di Torino. Il 22 agosto da non perdere l’incontro “La mia vita tra zero e 8000” con Hervé Barmasse.

Buon compleanno Capanna Margherita

Di seguito il video di auguri alla Capanna per i suoi primi 40 anni.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. buon compleanno capanna margherita….custodisci le mie gioie e le mie fatiche montagna possente! grazie che mi aiuti…sempre!

  2. Il rifugio merita senz’altro di essere festeggiato, in quanto situato in posizione molto panoramica e presumo per la quota sia anche da considerarsi abbastanza esclusivo, ma purtroppo ad agosto soprattutto nei fine settimana è troppo affollato. Forse la troppa pubblicità che si è fatta nel corso degli ultimi anni..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close