Libri

Whiteout, quando si guarda oltre il bianco

“Whiteout” (Ulrico Hoepli Editore, 2020) significa perdita di ogni punto di riferimento, destabilizzazione, assenza di indicazioni. Trovarsi immersi nel bianco più totale vuol però anche dire avere mente lucida e prontezza di riflessi per continuare e andare avanti, alla ricerca di una via con cui cavarsi fuori dai pericoli.

Per questo forse è stato scelto come titolo del libro scritto da Anna Torretta, Eleonora Delnevo e Dorota Bankowska. Tre donne, tre storie differenti con una caratteristica in comune: non sono capaci di arrendersi. Anna, prima guida alpina donna nella società delle guide di Courmayeur; Eleonora, dopo essere rimasta paralizzata in un incidente su una cascata di ghiaccio è tornata alla montagna scalando addirittura sul granito di El Capitan; Dorota, polacca, è una palombara nel mare del nord ma quando ne ha il tempo non si lascia scappare l’occasione di esplorare le verticalità del Monte Bianco. Tre vite diverse, eppure così simili. Si conoscono in Francia, ai piedi del Bianco, sul finire del 2018. Evidentemente si piacciono, diventano amiche e decidono di imbarcarsi in un progetto forse bizzarro, ma ambizioso: partecipare alla prima gara di ice-sliding che si sarebbe tenuta a Sappada nel febbraio 2020. Cos’è l’ice-sliding? Essenzialmente un’arrampicata su ghiaccio, con le piccozze… ma in orizzontale. Uno sport inclusivo in cui ci si tira avanti, fino a raggiungere il traguardo, a forza di braccia. Il volume non racconta di questa gara o, meglio si, ne parla. Ma la vera storia è quell’intreccio di esperienze che escono dalle narrazioni di ognuna. Tre donne che affrontano i loro whiteout personali, i momenti da superare con fermezza e coscienza. Ne risulta una montagna raccontata al femminile, ma non è la storia di una “rivincita delle donne” quanto quella di tre persone uniche che hanno saputo vedere oltre il bianco, ritrovando ognuna la propria strada. Come recita la quarta di copertina, è “un libro dedicato a chi ha bisogno di trovare la forza per rialzarsi. A chi non vuole rinunciare. A chi crede nei sogni”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close