AlpinismoAlta quota

Urubko rimane da solo a sfidare l’inverno: Bowie e Hintsa lasciano il campo base

Don Bowie e Lotta Hintsa hanno deciso di lasciare il campo base del Broad Peak, questa mattina un elicottero li ha portati a Skardu.

L’alpinista canadese ha valutato di non poter più proseguire la spedizione a causa dei problemi polmonari. Sta molto male, aveva scritto Urubko ieri una volta rientrato dal tentativo di vetta abortito proprio a causa del malessere di Don.

E così, Urubko rimane da solo a sfidare l’inverno del Karakorum, l’ultimo soldato sul gelido campo di battaglia sferzato dai venti ora che, dopo il Gasherbrum, anche il K2 è stato abbandonato.

E ci proverà Denis, ha tempo fino al 29 febbraio, termine dell’inverno meteorologico. Gli occhi sono ora tutti puntati al Broad Peak, perché se c’è qualcuno che può farcela a queste condizioni è Denis Urubko.

Tags

Articoli correlati

8 Commenti

  1. Grandissimo Denis! Speriamo di apprendere, fra non molti giorni, che il mio coetaneo guerriero solitario avrà raggiunto la vetta!

  2. Se attualmente c’è uno su piazza in grado di scalare un 8000 in inverno in solitaria, beh questo sicuramente è Denis Urubko, signore e signori. Che di certo comunque, qualora dovesse riuscire nell’impresa, potrà comunque vantare il primato di aver scalato in prima invernale e contemporaneamente in solitaria il Broad Peak, che si voglia leggere l’impresa col metro del calendario tradizionale o di quello suo. Direi che tocca seguire molto attentamente Urubko, perché siamo evidentemente dinanzi ad un evento cui raramente capita di assistere.

  3. Semplicemente il migliore, e sono convinto che se fosse stato da solo, già da un pò il Broad sarebbe già stato conquistato, senza nulla togliere all’ aiuto e alle capacità alpinistiche di Bowie ovviamente…

  4. Che la fortuna sia con te, che Dio ti protegga dai seracchi,e dai crepacci,dai venti sferzanti,che la piccozza e i ramponi siano perfetti e affilati, che tu sia li come un fulmine a ciel sereno,che tu sia luce per tutti noi in cima alla vetta.Vinci Denis….Vinci

  5. nessuna dichiarazione da parte di Bowie che si sappia ? ieri leggevo un articolo della gazzetta ds sulle parole della compagna Hintsa relativamente al loro ritiro dalla spedizione: nemmeno un accenno a Denis, voglio dire anche lui ha rinunciato al tentativo di vetta per non lasciare solo Don , e ci mancherebbe è giusto così , ma un minimo di riconoscenza penso sia d’obbligo anche perchè senza Denis la loro avventura sarebbe stata poco più che un trekking invernale intorno al campo base credo.
    Comunque Urubko un gigante, si merita proprio di arrivare in cima

  6. ciao, non vorrei che venisse ingiustamente trascurata la figura di Lotta nella spedizione. Ha eseguito perfettamente la funzione di tenere alto il morale della truppa anche in condizioni ambientali difficili. Forse non avrà liberato molti metri di corda dal ghiaccio come hanno fatto Denis e Don, ma il suo contributo si è sentito eccome. Se in questi giorni Denis proverà ad attaccare la vetta, un po del merito è anche suo. Brava Lotta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close