• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci alpinismo

Coppa del Mondo di Scialpinismo. Gran finale tricolore a Madonna di Campiglio

madonna di campiglio, campionati del mondo, scialpinismo, michele boscacci, matteo eydallin, robert antonioliPodio tutto azzurro a Madonna di Campiglio

Gran finale con podio azzurro a Madonna di Campiglio, dove nella mattinata di sabato 6 aprile si è disputata la gara individual, ultima sfida della Coppa del Mondo di scialpinismo 2019.

Nella categoria maschile primo posto per Matteo Eydallin, che ha tagliato il suggestivo traguardo in pieno centro città, a piazza Sissi, al termine di un percorso di 13,5 km con 3 salite e 3 discese e un dislivello complessivo di 1670 metri, con un tempo di 1h28’47”, seguito con soli 26 secondi di distacco da Michele Boscacci (1h29’13”). Terzo posto per Davide Magnini (1h29’19”). Per quest’ultimo, trionfatore anche nella espoir davanti ai francesi Anselmet Thibault e Samuel Equy, il primo podio in assoluto in una gara individual di Coppa del Mondo,

Il vincitore della Coppa di Cristallo 2019 Robert Antonioli, nelle sue mani teoricamente già dalla sfida vertical, si è posizionato sul primo gradino fuori dal podio. Alle sue spalle lo svizzero Martin Anthamatten e il francese William Bon Mardion, quindi gli altri azzurri William Boffelli e Federico Nicolini. In totale 6 italiani fra i primi 8.

Un gara che ha visto in prima battuta il predominio di Michele Boscacci, superato da Eydallin nell’ultima discesa.

In campo femminile la vittoria è andata alla francese Axelle Gachet Mollater, che ha completato il percorso di 12 km con 1458 metri di dislivello in 1h40’09, staccando di 1’52’’ Alba De Silvestro. Terzo posto per Lorna Bonnel (1h42’05”). In sesta posizione assoluta l’altra azzurra Giulia Murada, prima tra gli espoir davanti alla svizzera Arina Riatsch e alla francese Lena Bonnel.

Anche nella gara junior maschile, disputata sul medesimo percorso delle ladies, un podio tutto italiano con primo posto per Giovanni Rossi (1h27’52”), secondo e terzo i gemelli Fabien Guichardaz (1h28’58”) e Sebastien Guichardaz (1h28’58”).

Nella gara junior femminile, su un percorso di 8 km con 854 metri di dislivello, ancora una volta il traguardo è stato tagliato per prima dalla russa Ekaterina Osichkina. Secondo posto, con un distacco di oltre 8 minuti  sulla vincitrice, l’azzurra Samantha Bertolina seguita dalla francese Malaurie Mattana.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.