• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sci alpinismo

Finali di Coppa del Mondo di Scialpinismo – Vertical Race. Robert Antonioli e Michele Boscacci insieme sul podio

coppa del mondo, scialpinismo, madonna di campiglio, vertical race, michele boscacci, robert antonioliFoto FB @ISMF World Cup Ski Mountaineering

Giovedì 4 aprile 2019. Secondo giorno di gare nella tappa finale della Coppa del Mondo di scialpinismo a Madonna di Campiglio. Tempo di Vertical Race.

Nella categoria senior maschile Robert Antonioli sale nuovamente sul secondo gradino del podio ma stavolta insieme a lui troviamo anche Michele Boscacci. Quarto posto per l’italiano Federico Nicolini.

Condizioni meteo avverse, ha vinto Werner Marti che ci ha lasciato sul posto a me e Robert negli ultimi 200 metri di gara” – racconta in uno dei suoi video giornalieri Boscacci al termine della sfida, disputata su un percorso di 3,5 chilometri e 650 metri di dislivello con partenza da Madonna di Campiglio e  arrivo sul Monte Spinale (2103 m).

Il traguardo è stato tagliato con un tempo di 24’31” dallo svizzero Marti, che a 200 metri dalla fine ha per l’appunto  inserito il turbo, il tutto sotto una una fitta nevicata con forte vento contrario, staccando di 13 secondi Robert Antonioli e di 19 Michele Boscacci.

Almeno stavolta Robert non avrà dovuto mangiarsi le mani riguardando il video del suo arrivo, con soli 7 centesimi di ritardo su Oriol Cardona Coll, nella gara sprint di giovedì, che vi mostriamo al termine dell’articolo. In ogni caso un secondo posto che porta a 12 le medaglie mondiali conquistate finora da Antonioli e che gli consente di aggiudicarsi la sua seconda Coppa del Mondo Overall, dopo quella del 2017.

Nella categoria senior femminile il primo posto è andato alla francese Axelle Mollaret Gachet, che ha staccato di ben 51 secondi la svizzera Victoria Kreuzer. Terzo posto per Alba De Silvestro, che ha tagliato il traguardo con un ritardo di 1 minuto e 43 secondi. Sesto posto per Giulia Murada, prima tra le under davanti alle svizzere Arina Riatsch e Alessandra Schmid.

Oro under 23 anche per Davide Magnini che ha anticipato di 20 secondi il leader della classifica generale, il francese Thibault Anselmet, seguito dal conterraneo Samuel Equy.

Oro azzurro anche nella categoria junior maschile messo a segno da Sebastien Guichardaz, che ha chiuso il percorso con dieci secondi di anticipo rispetto al secondo classificato, lo svizzero Aurelien Gay. Terzo posto per l’austriaco Paul Verbnjak con 13 secondi di ritardo.

Nella femminile junior primo posto per Ekaterina Osichkina, che ha staccato di quasi 2 minuti la svizzera Emilie Farquet. Terza posizione per la francese Malaurie Mattana, seguita dalle due azzurre Samantha Bertolina e Valeria Pasquazzo.

Prossimo appuntamento sabato mattina con la sfida individual che assegnerà definitivamente le Coppe di Cristallo.

Oggi pomeriggio alle ore 17.30 non perdete però le premiazioni ufficiali delle gare sprint e vertical e la consegna dei pettorali top 5 dell’individuale.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.