• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Gauntlet Ridge per Roskelley e Helander sull’impervio Monte Huntington in Alaska

Fonte: Climbing.com

Jess Roskelley e Clint Helander, verso la fine dell’aprile scorso, hanno aperto una nuova via sul Monte Huntington, tra le più alte cime dell’Alaska e molto più difficile della media: anche la via più semplice presenta difficoltà tecniche maggiori  delle vie normali sul Denali, per esempio, e per questo è spesso meta per gli alpinisti più tecnici. Grande parte della comunità alpinistica considera la via aperta, “Gauntlet Ridge, uno dei più impressionanti risultati degli anni recenti e l’impresa ha ricevuto molto seguito sui siti e sulle riviste di settore.

Il Monte Huntington è una piramide di roccia e ghiaccio molto impervia che dista circa 13 km dal Monte Denali e i due alpinisti hanno aperto il nuovo tracciato percorrendo i circa 3000 metri della sua cresta sud, che non è nemmeno una vera e propria cresta ma più una serie di 5 cime sempre più alte e difficili e che ha visto diversi tentativi di scalata negli anni ma mai andati a buon fine. Roskelley ha dichiarato: “Non ho mai fatto una cresta così. É difficile completare tutta la sua traversata e bisogna affrontarla con una mentalità differente. Di solito è sufficiente calarsi (in caso di difficoltà, n.d.r). In questo caso particolare, la via per scendere era verso l’alto. La via più sicura al campo base, sul ghiacciaio Tokositna, era verso l’alto e oltre la cima”. E Helander ha aggiunto: “Era come lottare con una sega di granito”.

A sancire la difficoltà della salita il fatto che la via è stata nominata per il prossimo Piolet D’Or e i due alpinisti potrebbero doversi recare in Francia per accettare il premio. In bocca al lupo!

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.