Cronaca

Trovate due mine sulle montagne sarde

immagine

NUORO — Misteriosa vicenda sulle montagne della Sardegna. Ieri sera, gli agenti del commissariato di Polizia di Tortolì hanno trovato due mine anti-uomo, perfettamente funzionanti, nelle campagne di San Michele (Parco nazionale del Gennargentu) sotto un cavalcavia non distante dal centro abitato. Gli ordigni erano innescati.

Le due mine si trovavano abbandonate accanto a un cumulo di rifiuti. Sul posto sono intervenuti gli artificieri di Abbasanta (Questura di Cagliari) che le hanno disinnescate. Secondo quanto riportato, per causare la deflagrazione dei due ordigni sarebbe bastato un carico di 12 chilogrammi.
 
L’operazione di disinnesco è stata molto delicata ma effettuata con successo. Ora toccherà agli investigatori agli ordini del dirigente del commissariato della cittadina, il commissario capo Giuliano Bruno, stabilire l’origine dei due micidiali aggeggi.
 
Di certo non si tratta di dispositivi normalmente in vendita nei negozi di armi, bensì di materiale militare. Per questo l’ipotesi al vaglio degli investigatori è che le mine siano stati trafugate illecitamente dalla base militare di Campo Mele.  
 
 
WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close