Cronaca

Sacerdote precipita sul Resegone

immagine

LECCO — Nuovo incidente mortale ieri pomeriggio sul Resegone. Questa volta la vittima è un sacerdote, esperto di montagna, che ieri stava salendo in cima al monte lecchese da solo. L’escursionista è inciampato, ha perso l’equilibrio ed è precipitato per almeno 250 metri nel canale della Staffa, schiantandosi sul ghiaione alla base della Bastionata.

La vittima, un 48enne originario di Casatenovo, era il parroco di Noviglio, e un esperto di montagna. Ieri pomeriggio stava salendo sul Resegone, munito di ramponi e attrezzatura necessaria a camminare su ghiaccio e neve. Durante la salita aveva incontrato un escursionista che stava scendendo dalla vetta, e che gli aveva chiesto alcune informazioni per la pista di discesa.
 
Poco dopo l’incontro però lo stesso escursionista lo ha visto precipitare nel canalone della Staffa, e subito ha allertato i soccorsi. Il parroco infatti è probabilmente inciampato ed è precipitato per almeno 250 metri, schiantandosi sul ghiaione alla base della Bastionata. Un volo che non gli ha dato scampo e l’ha ucciso sul colpo.
 
I primi aiuti sono arrivati da un uomo del Soccorso Alpino che si trovava ai Piani d’Erna, che ha raggiunto subito la zona dell’incidente mentre si sopraggiungeva anche l’elisoccorso di Como. Una volta arrivato il medico dell’elisoccorso però, non ha potuto far altro che constatare il decesso.
 
Sul posto sono giunti anche i carabinieri del Soccorso alpino che hanno compiuto i rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente. Il recupero della salma è avvenuto circa un’ora e mezza dopo l’incidente, e infine il corpo è stato portato all’ospedale Manzoni di Lecco a disposizione dell’autorità giudiziaria.
 
La fatalità è capitata forse per le difficili condizioni della montagna. Secondo infatti, quanto ha dichiarato a Ballabio News la guida alpina Fabio Lenti, in questi giorni "la neve è dura e ‘ventata’ e diventa infida specie sui versanti esposti a Sud, perché nelle ore più calde si forma una sottile pellicola di ghiaccio che la rende scivolosissima".
 
 
Valentina d’Angella
Related link www.ballabionews.com

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close