Alpinismo

Up, primo tentativo alla vetta del San Lorenzo

immagine

SAN LORENZO, Patagonia — La banda di UP ha fatto il suo primo tentativo. La linea di salita scelta era stata individuata nei pressi del grande canale Nord della montagna, a destra della parete Nordest che, a sentire le impressioni della banda in Patagonia, pare proprio impraticabile in questa stagione.

Dopo essere saliti domenica a costruire una cueva di neve al colle sotto la parete, tutto era pronto per il primo “blitz” di UP sulla parete. Ma la Patagonia è stata – come spesso succede – un po’ troppo scortese. Difficile non indovinare cosa è successo.
 
Un rapido cambiamento del meteo che è sempre difficile da prevedere, soprattutto immaginando l’avvicinamento sotto il cielo limpido del giorno prima (vedi foto – archivio spedizione 2002). Al mattino infatti nevica, una nevicata che è proseguita anche nei giorni seguenti obbligando gli alpinisti prima ad una rapida ritirata, poi alla solita ed interminabile attesa al campo base.
 
Ora il gruppo di alpinisti, Hervé Barmasse, Giovanni Ongaro, Lorenzo “Pala” Lanfranchi e Matteo “Berna” Bernasconi si riposa da qualche giorno al campo ma i pensieri sono già tornati rapidi sui ghiacci del San Lorenzo.
 
Secondo l’informatore meteo Karl Gabl di Innsbruck, contattato telefonicamente, pare infatti che lunedì 27 marzo una nuova finestra di bel tempo potrà ricomparirà sui cieli della Patagonia e quello potrebbe essere forse il momento per pensare ad un secondo tentativo sulla grande montagna.
Lo speriamo con loro, ci sono ancora una decina di giorni a disposizione.
 
 
Luca Maspes

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close