Cronaca

Tragedia della follia in Val Pellice

immagine

TORINO — Un uomo affetto da crisi depressive ha ucciso la figlioletta di otto anni a colpi di arma da fuoco, poi ha ferito la madre e tentato il suicidio. E’accaduto questa mattina a Luserna San Giovanni, un paese piemontese della Val Pellice, tra la Val Chisone e la Valle del Po.

L’omicida si chiama Matteo Gliatta, ha 48 anni ed è un dipendente dele Poste di Abbadia Alpina a Pinerolo. L’uomo, che viveva a Torre Pellice ha cercato di ammazzare la moglie sparandole e poi ha tentato il suicidio rivolgendo l’arma contro se stesso.
 
l’intervento dei carabinieri ha scongiurato il peggio. La donna è rimasta ferita in maniera non grave. Ma è stato dopo l’arresto del marito che gli investigatori hanno scoperto nel bagagliaio dell’auto il cadavere della bimba di 8 anni. Era stata uccisa con un colpo di pistola.
 
L’omicida si trova ora piantonato dai carabinieri all’ospedale di Pinerolo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close