Alpinismo

Unterkircher e Nones sfidano il Nanga

immagine

BOLZANO — La parete Rakhiot del Nanga Parbat, 8.125 metri. Da salire lungo una via completamente nuova. E’ questo il progetto di Karl Unterkircher, che dopo la rinuncia forzata alla Nord del Gasherbrum I, ora punta ad un’altra impresa che promette di appassionare e stupire. Con lui, sulla difficile parete del Karakorum, il trentino Walter Nones e l’altoatesino Simon Kehrer.

La partenza della spedizione è prevista tra pochi giorni, precisamente sabato 7 giugno. Unterkircher, Nones e Kehrer erano già insieme due anni fa nella spedizione che salì per la prima volta la Nord del Mount Genyen, nel Sichuan cinese.
 
Unterkircher e Nones dovevano partire nei giorni scorsi per la Nord del GI con Daniele Bernasconi e Michele Compagnoni, ma i provvedimenti di sicurezza assunti dal governo cinese in occasione dei Giochi olimpici di Pechino 2008 hanno bloccato tutte le spedizioni alpinistiche dirette in territori cinesi. E così, Unterkircher e soci hanno dovuto cambiare programma in tutta fretta.
 
Qualcosa era nell’aria. Ma sicuramente, il progetto sul Nanga Parbat ha lasciato tutti a bocca aperta. La parete Rakhiot, selvaggia e poco frequentata, cade a nord della montagna e impressiona solo a vederla. Da quel versante che Bhul riuscì a salire nel 1953, completamente solo in una delle avventure più pericolose e incredibili della storia dell’alpinismo.
 
"Stiamo studiando un itinerario molto bello e impegnativo – raccontano Unterkircher e Nones – su un tratto inviolato della parete. E’ più alta e probabilmente più difficile del Gasherbrum I: puntiamo ad una linea molto impegnativa dal punto di vista dell’arrampicata con dei pericoli oggettivi perchè la parete scarica spesso".
 
Ma il team ha tutta l’intenzione di affrontarla con il coraggio e la competenza tecnica di sempre. E le emozioni non mancheranno nemmeno stavolta. Continuate a seguirci, nei prossimi giorni interviste e commenti sulla spedizione!
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close