• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Pareti

Monte Bianco, Tom Ballard in solitaria e d’inverno sulla Nord delle Grandes Jorasses

Tom-Ballard-in-cima-alle-Grandes-Jorasses-photo-Tom-Ballard-facebook-300x225.jpg

CHAMONIX, Francia – Un’altra solitaria invernale per Tom Ballard, che è arrivato in cima alla Nord delle Grandes Jorasses, massiccio del Monte Bianco, lungo la via Colton-Macintyre. All’alpinista britannico mancano quindi due salite per completare il progetto “Starlight and Storm”, vale a dire le solitarie invernali della Nord dell’Eiger e del Petit Dru.

Ballard è salito in cima alle Grandes Jorasses domenica 8 marzo, veloce come sempre, avendo impiegato 3 ore e 20 minuti. La solitaria sulla parete Nord, è la quarta che colleziona questo inverno.

La prima è stata la “Comici- Dimai” sulla parete Nord della Cima Grande di Lavaredo, scalata il 21 dicembre. La seconda la via “Cassin” sulla parete Nord Est del Badile, salita il 7 gennaio. Poi è stata la volta del Cervino: Ballard è arrivato in vetta 2 ore e 59 minuti dalla via “Schmidt“, il 10 febbraio.

Tom Ballard sulla Colton-Macintyre (photo Tom Ballard facebook)
Tom Ballard sulla Colton-Macintyre (photo Tom Ballard facebook)

Il giovane alpinista inglese è il figlio della forte alpinista Alison Hargreaves, morta nel 1995 sul K2. La Hargreaves nel 1993 aveva salito in solitaria le più classiche e famose pareti Nord delle Alpi: Cervino, Drus, Pizzo Badile, Grandes Jorasses, Cima Grande di Lavaredo e Eiger. La stessa cosa, ma nella stagione invernale, sta cercando di fare oggi, Ballard con il progetto “Starlight and Storm”. Per completare le 6 salite gli mancano ora i Dru e l’Eiger.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.