Scienza e tecnologia

Karakorum: la ricerca è italo-pakistana

ISLAMABAD, Pakistan — Comprendere clima e cambiamenti globali nella zona del Karakorum, dove svetta sovrana la "montagna delle montagne", il K2. Questo l’obiettivo dell’accordo scientifico tra il Pakistan Meteorological Department e dal Comitato Ev-K2-Cnr, siglato sabato 1 marzo nella capitale pakistana.

L’accordo, che ha ricevuto di recente la benedizione del governo pakistano, dà seguito alla fruttuosa collaborazione scientifica italo-pakistana nata nel 2004 con la celebrazione del cinquantenario della salita italiana al K2.

E garantisce una collaborazione ancor più stretta tra l’organismo nazionale che si occupa di clima e meteorologia in Pakistan e il Comitato Ev-K2-Cnr, una delle organizzazioni di punta, a livello mondiale, nel campo del monitoraggio climatico e atmosferico.

Obiettivo primario dell’accordo è la raccolta di dati relativi al clima e all’atmosfera d’alta quota nel Karakorum pakistano, per ampliare la base scientifica necessaria allo studio dell’impatto dai cambiamenti climatici a livello locale e globale.

Ad apporre la firma, presso gli uffici del Pakistan Meteorological Department, c’erano Qamar-uz-Zaman Chaudhry, direttore generale del Pakistan Meteorological Department, e Agostino Da Polenza, presidente del Comitato Ev-K2-Cnr, alla presenza dei massimi dirigenti delle due organizzazioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close