• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Incrodati a causa del buio, soccorso notturno sull’Anti Medale

antimedale_soccorso_1-300x200.jpg
L'intervento sull'Anti Medale svoltosi nella serata di ieri (Photo courtesy of LeccoNotizie.com)
L’intervento sull’Anti Medale svoltosi nella serata di ieri (Photo courtesy of LeccoNotizie.com)

LECCO — Complesso intervento nella serata di ieri sull’Anti Medale: un’operazione di soccorso ha infatti impegnato Soccorso Alpino e Vigili del Fuoco per trarre in salvo due climber rimasti incrodati in parete a causa del buio. I soccorritori sono riusciti ad individuarli e a recuperarli poco prima delle 23.

Secondo quanto riportato dai giornali locali, ieri due climber, un italiano e un inglese, hanno deciso di affrontare la Via degli Istruttori, chiamata anche via di Marco o via Dinoia, sull’Anti Medale. Si tratta di un itinerario di circa 220 metri di sviluppo, con difficoltà massima 6a che richiede particolare impegno durante la discesa.

Proprio durante la fase di discesa i due climber si sono trovati in difficoltà. Dalle prime ricostruzioni, avrebbero iniziato tardi ad arrampicare e sarebbero rimasti sorpresi dal buio durante il ritorno a valle. Perso l’orientamento, hanno immediatamente lanciato l’allarme.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno illuminato la parete con la cellula fotoelettrica per aiutare il lavoro del Soccorso Alpino, impegnato nel recupero in parete. Una volta raggiunti, i due cliber sono stati calati con le corde e accompagnati a valle sani e salvi. L’intervento è durato alcune ore e si è concluso poco prima delle 23.

Photo courtesy of LeccoNotizie.com

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Fortunatamente per loro c’è sempre il soccorso alpino che si prodiga in questo tipo di soccorsi tanto complessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.