Pareti

Italiani in Patagonia, dopo la Egger l’obiettivo è il Domo Blanco

Domo Blanco parete Ovest (Photo Luca Maspes)
Domo Blanco parete Ovest (Photo Luca Maspes)

EL CHALTEN, Argentina — Continua la spedizione degli italiani in Patagonia. Archiviato per quest’anno il progetto sulla Ovest della Torre Egger, Francesco Salvaterra, Tomas Franchini e Nicola Binelli si sono diretti nei giorni scorsi al Domo Blanco dove vorrebbero aprire una nuova via. Il lavoro in parete è già iniziato: Franchini e Binelli, gli unici due del gruppo a fermarsi ancora per un po’ in Sud America, tenteranno probabilmente di completarla nei giorni a venire.

Della spedizione italiana faceva parte anche Ermanno Salvaterra, il primo a rientrare ad El Chalten (dopo aver salito ancora una volta il Cerro Torre) e il primo che farà ritorno in Italia proprio questa settimana. Nei giorni scorsi Francesco Salvaterra, Franchini e Binelli hanno deciso di provare un nuovo obiettivo, sfruttando i giorni di permanenza in Patagonia ancora a loro disposizione. L’idea è quella di aprire una via nuova al Cerro Domo Blanco, situato nelle vicinanze del Gruppo del Torre.

“Io, Tomas e Nicola ci siamo lanciati sul vergine primo pilastro del Domo Blanco – racconta Francesco Salvaterra su Facebook -! E’ stata una giornata stupenda di puro “andinismo free style” per tutto il giorno ci siamo ingaggiati su stupende e difficili fessure di ottimo granito collegate da piccanti sezioni di misto dove abbiamo scalato con un po’ tutti gli abbinamenti: scarponi-piccozze, ramponi-mani, scarpette e piccozze ecc. in libera e A0 spinti perchè mancano le staffe. Purtroppo abbiamo un po’ sottovalutato le difficoltà, siamo partiti tardi e con pochi friends, la vetta era vicina ma ci si prospettavano delle dure fessure off-with e con le ultime luci abbiamo deciso di scendere. Io devo tornare ma Nicola e Tomas certamente finiranno l’opera portando in vetta i “Rampegaroi”!”

Questo scriveva Francesco Salvaterra il 6 ottobre, ieri poi ha lasciato i suoi due compagni per rientrare anche lui in Italia. La via nuova al Domo Blanco quindi, è ora nelle mani di Franchini e Binelli.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close