• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Localizzata grazie allo smartphone, recuperata escursionista sul Baldo

Intervento-in-val-Marza-sul-Monte-Baldo-Photo-Cnsas-veneto-300x225.jpg
Intervento in val Marza sul Monte Baldo (Photo Cnsas veneto)
Intervento in val Marza sul Monte Baldo (Photo Cnsas veneto)

MALCESINE, Verona – È stata rintracciata tramite GeoResQ, l’applicazione per localizzare persone disperse, la donna di 32 anni in difficoltà ieri sul monte Baldo. L’escursionista si trovava sulla montagna con il suo cane: uscita dal sentiero si è ritrovata in un punto in cui non poteva né proseguire né tornare indietro, così ha chiesto aiuto. Fondamentale per individuarla è stato l’utilizzo del suo smartphone e delle nuove tecnologie ad esso associate.

Secondo quanto riferisce il soccorso alpino, la donna aveva tentato di tornare indietro da sola dal punto in cui era rimasta bloccata, ma dopo essere scivolata ha preferito chiedere aiuto. A quel punto è intervenuta la Stazione del Soccorso alpino di Verona: i soccorritori hanno potuto individuare il luogo esatto in cui si trovava grazie all’utilizzo del GeoResQ, un’applicazione utilizzata per localizzare persone disperse.

“Chi è infatti provvisto di uno smartphone – spiega il Cnsas veneto -, e si trova in un luogo con copertura telefonica sufficiente, è in grado di ricevere un messaggio con un link, spedito dalla centrale e può così, in pochi minuti, inviare le proprie coordinate precise”. Un metodo veloce che consente di accorciare i tempi del recupero.

La donna si trovava in Val Marza dove si è recata la squadra del Cnsas di Verona preceduta da un soccorritore della stazione di Ala che vive a Malcesine e collabora spesso con i soccorritori di Verona. Otto tecnici hanno individuato la ragazza, superando anche alcuni tratti di I e II grado. Valutato però il rientro rischioso per la possibile caduta di sassi, è intervenuto l’elicottero di Verona emergenza che ha caricato a bordo l’escursionista. I soccorritori sono invece rientrati a piedi portando a valle il cane.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Fa piacere che finalmente la tecnologia sia servita a qualcosa.
    Tuttavia questa App non è certo l’unica. Inoltre, richiede la connessione dati e a quanto pare non è gratuita. In fondo fornisce funzionalità assolutamente basilari.
    Fosse per me i sistemi operativi dei cellulari dovrebbero avere una App inclusa che permetta di vedere la propria posizione attuale e, semplicemente, di condividerla.
    Se ho bisogno di soccorso, chiamo la centrale e con il vivavoce posso dettare le coordinate. Oppure rispondere a un SMS che mi invia la stessa centrale incollandoci il testo delle coordinate.
    Insomma, cose semplici e alla portata di tutti.

    1. Non sono convinto che “cose semplici e alla portata di tutti” suoni necessariamente come qualcosa di positivo. Ho il sentore che ci sarà gente che si prenderà dei rischi oltre il dovuto con la scusa che “tanto ho la App” che mi risparmia addirittura la fatica di comporre il 118 e come non bastasse sà sempre dove mi trovo…Mah staremo a vedere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.