Alpinismo

Bergamasco in vetta al Cho Oyu

immagine

KATHMANDU, Nepal — Bella impresa per il bergamasco Daniele Fregona che dopo una spedizione durata un mese e dieci giorni è riuscito ad arrivare in vetta al Cho Oyu (8201 metri, al confine fra Tibet e Nepal e a un tiro di schioppo, si fa per dire, dall’Everest).

L’alpinista – 46 anni, orginario di Rovetta in Val Seriana – ha compiuto la sua impresa in solitaria, senza ossigeno e portatori d’alta quota.

La scalata dell’ottomila – registata da una webacam posta sul casco dell’alpinista – è stata piuttosto travagliata. Le condizioni meteorologiche, con nevicate copiose e freddo oltremodo pungente, hanno costretto l’alpinista a correre grossi rischi.

Stando al racconto fatto dallo stesso Fregona alla stampa locale bergamasca, l’alpinista avrebbe accusato un principio di congelamento ad entrambi piedi quando si trovava in prossimità della vetta. Solo una forza di volontà ferrea gli ha consentito di portare a termine l’impresa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close