Cronaca

Turisti sul Monte Baldo per incontrare l’orso, è scoppiata la “orsomania”?

L'orso del Monte Baldo immortalato da uno dei video (Photo courtesy of Youtube)
L’orso del Monte Baldo immortalato da uno dei video (Photo courtesy of Youtube)

BRENZONE SUL GARDA, Verona — Due video risalenti a due settimane fa e numerosi avvistamenti non bastano ai numerosi “fan” dell’orso del Monte Baldo. Sembra infatti che negli ultimi weekend stia impazzando una vera e propria mania tra i turisti, i quali, in numero sempre crescente, arrivano sulla montagna per tentare un incontro o uno scatto con il plantigrado. Di contro gli allevatori, preoccupati che l’animale inizi a cacciare negli allevamenti.

Sono stati girati il 25 maggio su Punta Telgrafo, cima di 2200 metri della sponda veneta del massiccio del Monte Baldo, i due video che hanno immortalato il nuovo ospite della montagna del Lago di Garda. Si tratta di un orso, di età e sesso sconosciuti, che è stato avvistato anche in altre occasioni durante le ultime settimane.

Nel primo, pubblicato su You Tube, il plantigrado è visibilmente spaventato e corre su e giù per il pendio fino a scomparire. Nel secondo, pubblicato su Facebook da Stefano Cervati, lo stesso animale corre velocemente e rischia di investire una persona che sta avanzando con le racchette da neve.

Entrambi i video hanno fatto letteralmente impazzire il web, ma soprattutto incuriosito i turisti. Il Corriere della Sera l’ha addirittura definita “orsomania”: lo scorso weekend erano infatti migliaia le persone accorse sul Monte Baldo. Non è certo se tutti fossero lì per il plantigrado, ma molti degli intervistati, dalle famiglie con bambini, ai gruppi di amici, dagli anziani alle coppie di fidanzati, hanno espresso il desiderio di vedere l’animale o semplicemente di fotografarlo o filmarlo.

Desiderio decisamente non condiviso dagli allevatori della zona, preoccupati per un attacco ai propri animali che vivono in quota come già è accaduto negli anni passati. Venerdì prossimo è in programma una riunione con tutti i sindaci della zona per fare il punto della situazione, discutere il da farsi e confrontarsi sul futuro.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close