Alpinismo

Cinque alpinisti dispersi sul Nanda Devi

immagine

LUCKNOW, India — Cinque alpinisti dell’esercito indiano risultano dispersi sull’Himalaya indiano nella zona del Nanda Devi. Anche loro sono rimasti vittima delle violente bufere che si sono abbattute sulla zona nei giorni scorsi, già colpevoli della scomparsa di cento trekkinisti e della morte di un uomo.

Gli alpinisti facevano parte di una spedizione dell’esercio indiano guidata da Shyamal Sinh. Erano partiti alla fine di agosto alla volta del Nanda Devi, la seconda montagna più alta dell’India con i suoi 7.816 metri. La spedizione aveva anche un obiettivo eco-compatibile:
voleva ripulire dai rifiuti tutto il trekking che conduce al massiccio.
 
L’ultimo contatto con gli alpinisti risale al 26 seetembre, quando hanno comunicato che stavano per abbandonare il campo base dopo l’ennesimo tentativo di salita fallito a causa della neve caduta sulla montagna e della bufera che continuava a imperversare nella zona.
 
Dopodichè, il nulla. I tentativi di contattarli dopo quel momento sono andati tutti a vuoto. Le pessime condizioni meteo nella zona preoccupano le autorità, anche perchè in questa situazione sarebbe impossibile attivare quasiasi operazione di soccorso.
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close