Sport

La prima ultra-marathon del Karakorum

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — Novanta chilometri di corsa, da percorrere in tre giorni tra le splendide e meno sconosciute vette del Karakorum. Ecco cos’è stata la prima ultra-marathon del Karakorum, che si è svolta nei giorni scorsi in Pakistan riscuotendo un enorme successo.

I 150 corridori iscritti alla gara sono partiti lunedì 10 settembre da Kawai (1.372 metri di quota), nella Kaghan Valley, e hanno corso per 17 chilometri fino ai verdi pascoli di Paya (3.093 metri di quota). Il giorno successivo, la competizione si è fatta più dura, con la salita al Mount Makra (3.885 metri) e la discesa a Bheri (1.768 metri): 18 chilometri tutti sotto un’insistente pioggia.
 
Mercoledì 12, l’ultimo sforzo: in mattinata prima la discesa da Bheri a Patika (854 metri) e dopo pranzo la corsa fino a Muzaffarabad (671 metri di quota). Per un totale di 45 chilometri, percorsi però su un tracciato piuttosto pianeggiante.
 
Il vincitore è stato Muhammad Nisar, atleta della marina pakistana, che ha concluso il percorso nel tempo record di 6 ore e 45 minuti.
 
La gara si è svolta tra le vette della Kaghan valley e della Neelum Valley, vicino alle zone colpite dal tragico terremoto del 2005. Luoghi dove il governo vuole promuovere il turismo in montagna e diffondere la cultura sportiva tra i giovani.
 
Ecco i motivi che hanno portato all’organizzazione della prima "National Mountain Marathon" del Pakistan, che dovrebbe diventare un appuntamento annuale e dall’anno prossimo coinvolgere anche le donne.
 
L’evento è stato organizzato dall’Alpine Club of Pakistan in occasione del calendario eventi Visit Pakistan 2007, con la collaborazione del dipartimento del Turismo e il Governo del Kashmir e Azad Jammu.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close