Cronaca

Valanghe sulle Alpi, coinvolti sciatori e cascatisti

Valanga (Photo Alexander Joss courtesy of Wikimedia Commons)
Valanga (Photo Alexander Joss courtesy of Wikimedia Commons)

BERGAMO — Sono state numerose le valanghe sulle Alpi che nel weekend hanno coinvolto sciatori, scialpinisti e cascatisti. Gli incidenti più numerosi si sono verificati in Valle d’Aosta, mentre sul Resegone i soccorritori hanno ripreso questa mattina le ricerche per un possibile disperso.

Anche il mese di marzo è iniziato con nevicate e valanghe su tutto l’Arco Alpino. In Valle d’Aosta, durante il weekend appena terminato, sono stati ben 3 i distacchi che hanno coinvolto complessivamente 6 persone. Sabato 4 cascatisti sono stati travolti sopra la località di Lillaz, nel comune di Cogne, mentre stavano rientrando verso valle dopo aver scalato una cascata di ghiaccio. Il Soccorso Alpino della stazione di Cogne è intervenuto sul posto per estrarli. Uno degli uomini è stato successivamente ricoverato in ospedale a causa di alcune contusioni.

Nello stesso giorno a La Thuile uno sciatore è rimasto sepolto da una valanga durante un fuoripista nel comprensorio Espace San Bernardo. Fortunatamente un maestro di sci, che stava tenendo una lezione a poca distanza, si è accorto dell’accaduto ed è accorso immediatamente alla ricerca dell’uomo, riuscendo ad estrarlo dalla neve. Ieri invece un gruppo di scialpinisti stava affrontando il versante di Courmayeur del Col Malatrà (2936 metri), quando uno di loro è stato travolto a 2800 metri di quota. I compagni lo hanno ritrovato ed estratto grazie al dispositivo Artva che indossava.

Ieri invece in provincia di Lecco si sono verificati due distacchi. La prima valanga ha coinvolto due escursionisti su un sentiero della Val Biandino. L’amico ha aiutato il compagno rimasto semisepolto e i due hanno proseguito la camminata. É giallo invece sul Resegone: in un primo momento si era esclusa la presenza di persone nel distacco avvenuto in tarda mattinata, ma un video amatoriale inviato al Soccorso Alpino nel pomeriggio ritrarrebbe qualcuno travolto sul Canalone Bobbio. Da questa mattina alle 8 sono sul posto i soccorritori, un’unità cinofila e l’elicottero del 118 per le ricerche del presunto disperso.

In Paganella invece tre scialpinisti sono rimasti travolti da una valanga mentre affrontavano l’itinerario Tre-Tre. Altre persone presenti hanno aiutato due di loro ad uscire dalla neve, mentre il terzo è stato estratto dagli uomini del Soccorso Alpino giunto sul posto. Quest’oggi il pericolo valanghe è di 4, forte, su una scala di grado massimo 5, su Valle d’Aosta orientale, Piemonte Settentrionale, Trentino Meridionale, Dolomiti e Prealpi venete, mentre di grado 3, marcato, sul resto dell’Arco Alpino.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close