Cronaca

Due morti sulle Alpi svizzere

immagine

ZERMATT, Svizzera — Due gravi incidenti sulle Alpi svizzere nelle ultime ore. Entrambi nella zona di Zermatt, sono costati la vita ad un giovane snowboarder italiano e a un alpinista polacco. Lo ha annunciato la polizia elvetica.

La prima tragedia, in ordine di tempo, è stata quella dell’alpinista. L’uomo faceva parte di un gruppo di tre scalatori impegnati nella scalata del Cervino (4478 metri). Durante la discesa il polacco è precipitato per 200 metri, sbattendo contro le rocce. Inutili i tentativi di soccorso. L’uomo è morto sul colpo. L’incidente è avvenuto nel cantone di Valais. 
 
Ieri, nel tardo pomeriggio, la cattiva sorte è toccata invece ad un giovane snowboarder italiano di cui non sono state ancora diffuse le generalità. Si sa solo che il ragazzo aveva 16 anni. E che stava scendendo con la sua tavola quando ha perso l’equilibrio su una roccia ed è ruzzolato di sotto per 150 metri.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close