Alpinismo

Inurrategi: intervista a una leggenda

immagine

BERGAMO — A 33 anni aveva già scalato tutti i 14 ottomila della Terra. A 39 ha un curriculum alpinistico da far invidia ai miti del passato, per difficoltà delle salite, audacia esplorativa e stile impeccabile. Eppure, la prima cosa che colpisce di lui è la semplicità. Ecco l’esclusiva videointervista di Montagna.tv al fuoriclasse basco Alberto Inurrategi.

Sorridente, un po’ schivo, parla della sua incredibile carriera e dei suoi progetti con una modestia sorprendente. Ascolterete le sue riflessioni sui grandi temi dell’alpinismo attuale, i racconti delle scalate alle pareti più difficili, le curiosità sulle sue spedizioni, durante una delle quali si dice abbia persino incontrato lo yeti. 
 
Cliccate qui sotto e godetevi la videointervista!
 
 
Grande tecnica e altrettanto acume, Alberto Inurrategi è stato il più giovane uomo al mondo ad aver scalato le 14 cime più alte della terra. La sua esperienza himalayana spazia dalle vie normali alle pareti più dure, come il celebre Hornbein Colouir all’Everest, tentato in stile alpino lo scorso autunno.
 
Un’esperienza durante la quale ha inanellato grandi successi e momenti durissimi. Come è accaduto quando, durante la scalata sul Gasherbrum II, ha perso il fratello e compagno di cordata Felix, con cui stava inseguendo il sogno degli ottomila. Insieme avevano scalato i primi dodici della lista, tutti senza ossigeno e su vie molto tecniche.
 
Inurrategi è anche autore di due pellicole cinematografiche. L’ultima si intitola "Our Himalayas", ed è il seguito a "Yours Himalaya", film premiato sia al Cervino international Filmfestival che al Festival di Trento.
 
Sara Sottocornola

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close