Cronaca

Alpi, escursionisti francesi ritrovati in un bivacco della Valle Maira

Bivacco Barenghi -foto d'archivio- (Photo Luca Bergamasco courtesy of Wikimedia Commons)
Bivacco Barenghi -foto d’archivio- (Photo Luca Bergamasco courtesy of Wikimedia Commons)

ACCEGLIO, Cuneo — É finita nel migliore dei modi la disavventura di due giovani escursionisti francesi partiti sabato per una traversata sulle Alpi Cozie, tra Francia e Italia. I soccorritori li hanno ritrovati lunedì al Bivacco Barenghi, in Valle Maira, ma hanno dovuto attendere ieri mattina per portarli in salvo.

Secondo quanto riportano i giornali locali, i due giovani, un 24enne e un 25enne provenienti da Marsiglia, sono arrivati sabato mattina a Saint-Paul-sur-Ubaye, cittadina dell’Alta Provenza, per compiere il tour del Brec du Chambeyron. Si tratta di una traversata tra Francia e Italia con un percorso ad anello che parte dalla località di Fouillouse e sale fino ai 2927 metri del Col de Gippiera in Valle Maira. Da qui si prosegue fino al valico del Col de Nubiera (2865 metri) da cui si ritorna in territorio francese e si raggiunge nuovamente Fouillouse.

Questa traversata si compie normalmente in 2 giorni e quindi domenica sera le famiglie dei due giovani, non avendo avuto alcuna notizia e non vedendoli rientrare, hanno dato l’allarme. Lunedì mattina gli uomini del Peloton de gendarmerie de haute montagne (Pghm) e del Peloton de surveillance et d’intervention de la gendarmerie (Psig) di Jausiers hanno iniziato le ricerche. Attorno alle 15 i soccorritori hanno individuato i due dispersi presso il Bivacco Beppe Barenghi, struttura posta a 2815 metri tra il Col de Gippiera e il Col de Nubiera.

Gli escursionisti avevano trovato riparo nel bivacco italiano poichè uno di loro era rimasto ferito ad un ginocchio e non riusciva a proseguire. I soccorritori, viste le pessime condizioni meteorologiche, hanno preferito trascorrere la notte al bivacco con i due giovani. Martedì mattina una schiarita ha permesso all’elisoccorso di intervenire per il recupero.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close