Cronaca

Scivola e passa notte all'addiaccio, anziana salvata dal suo San Bernardo

Il San Bernardo ha scaldato la padrona durante la notte e ha attirato l'attenzione dei soccorritori abbaiando (Photo Alberto Carrasco Casado courtesy of Wikimedia Commons)
Il San Bernardo ha scaldato la padrona durante la notte e ha attirato l’attenzione dei soccorritori abbaiando (Photo Alberto Carrasco Casado courtesy of Wikimedia Commons)

LANA, Bolzano — Una tranquilla passeggiata serale con il proprio San Bernardo poteva essere fatale ad un’80enne altoatesina. La donna è infatti scivolata senza riuscire a raggiungere la strada e a chiedere aiuto. Costretta a trascorrere la notte all’addiaccio, il cane le è rimaso accanto per scaldarla e al mattino è riuscito ad attirare l’attenzione dei soccorritori per salvare la padrona.

Secondo quanto riporta il quotidiano Alto Adige-gelocal, l’80enne era uscita pochi giorni fa dalla propria abitazione a Foiana, frazione di Lana, con il proprio San Bernardo per la consueta passeggiata serale. La donna si è incamminata lungo un sentiero che parte dalla strada statale, ma poco dopo è scivolata. Non riuscendo a risalire il pendio e non riuscendo a attirare l’attenzione di nessuno con le proprie grida, la donna ha deciso di scegliere un luogo riparato dove passare la notte. Grazie all’aiuto del fedele amico a quattro zampe, i due hanno trovato un riparo sotto il ponte.

L’allarme è stato dato al mattino quando il figlio della donna, passato presso la casa della madre non l’ha trovata. Soccorso Alpino, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Carabinieri hanno immediatamente iniziato le ricerche con il contributo delle unità cinofile. Le temperature durante la notte erano infatti diminuite e si temeva per la sorte dell’anziana. Provvidenziale è stato l’aiuto del cane che l’ha scaldata e, non ha appena ha percepito la presenza di qualcuno, ha abbaiato per attirare l’attenzione. L’80enne è stata soccorsa sul posto ed è stata portata all’ospedale per ulteriori accertamenti.

La scorsa settimana un’altra 80enne è stata costretta a passare la notte all’addiaccio in alta quota. La donna si era infatti smarrita nella zona di Carosello 3000, a Livigno, mentre con i familiari cercava le mucche che stavano pascolando. Al mattino è stata ritrovata dai soccorritori infreddolita, ma in buone condizioni.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close