• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Parchi

Outdoor e turismo sostenibile in Lombardia, un progetto per i Parchi regionali

Trekking nei parchi regionali (Photo Adamelloski.com)
Trekking nei parchi regionali (Photo Adamelloski.com)

MILANO — Una convenzione per i Parchi Regionali della Lombardia per incentivare il turismo e le attività outdoor all’interno del territorio delle aree naturali. L’iniziativa “Diffusione pratica sportiva all’aria aperta per tutti i cittadini in parchi regionali lombardi” è stata siglata lo scorso 31 luglio a Milano dalle assessorati Sport e Giovani e Sistemi Verdi e Paesaggio di Regione Lombardia, dal Collegio regionale delle Guide Alpine, dal Coni e dal Cai sezione lombarda.

L’accordo siglato a fine luglio in realtà è una prosecuzione di un progetto iniziato l’anno passato, che per quest’anno riguarderà il Parco Regionale della Valle del Ticino, il Parco Regionale del Campo dei Fiori e il Parco Regionale dell’Adamello. L’idea è quella di individuare all’interno dei territori delle aree in cui realizzare strutture sostenibili per la promozione, la diffusione e lo sviluppo delle attività sportive all’aria aperta, nonché per la valorizzazione del patrimonio naturale attraverso la fruizione sostenibile. Il che si traduce per esempio nell’attrezzare nuove falesie per l’arrampicata, o nella creazione di spazi modello parco avventura, o nella realizzazione di nuovi percorsi o campi per gli sport di squadra.

“Un’importante azione per poter offrire a tutti sport di qualità e turismo sostenibile all’interno delle aree protette della nostra regione – ha commentato l’assessore lombardo allo Sport e Giovani Luciana Ruffinelli -. Tra gli obiettivi di Regione Lombardia vi è infatti la valorizzazione dell’attività sportiva come fattore di benessere psico-fisico, di socializzazione e di arricchimento della personalità, da vivere nell’ambiente e da diffondere in tutte le fasce di popolazione, in particolare disabili, anziani e giovani, promuovendo la realizzazione di impianti rimovibili ed ecosostenibili all’aperto, in un ambiente sicuro e sano”.

Al 31dicembre 2012 è fissato il termine temporale entro cui il Parco Regionale del Campo dei Fiori, il Parco Lombardo della Valle del Ticino e il Parco dell’Adamello provvederanno ciascuno a elaborare uno o più progetti-tipo di intervento. Parallelamente, il Collegio Regionale delle Guide Alpine di Lombardia coordinerà uno studio di fattibilità riguardante le tipologie di impianti e strutture realizzabili nelle aree prescelte, mentre il Coni Lombardia affiancherà le Guide Alpine nella realizzazione delle schede tecniche relative alle diverse tipologie di attività sportive. Il CAI Lombardia infine collaborerà nell’individuazione e valorizzazione di itinerari e percorsi all’interno dei Parchi regionali.

“L’Assessorato allo Sport e l’Assessorato ai Parchi della Regione Lombardia hanno ritenuto di individuare nella categoria delle Guide Alpine un partner importante – ha commentato Gian Antonio Moles, Presidente del Collegio Regionale delle Guide Alpine della Lombardia -, e questo perché siamo realmente sul territorio. Conosciamo il nostro ambiente, e ne capiamo a fondo le necessità”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.