Outdoor

Gigante Val Badia: vince Palander

immagine

BOLZANO — Nel giorno che sancisce la fine della polivalenza degli sciatori azzurri, un redivivo Kalle Palander vince il gigante della Val Badia disputato in condizioni piuttosto ostiche, sotto la neve e con il fondo della pista molto molle rispetto alla consuetudine.

Il finlandese ha dominato la prima manche e ha badato a contenere il ritorno degli avversari nella seconda. Su un tracciato ormai divenuto impossibile, Palander ha chiuso la sua gara con 51 centesimi di vantaggio su un altro campione ritrovato: l’americano Bode Miller. La terzo posto, con 59 centesimi di ritardo un ottimo Didier Defago.

Per Palander si tratta del tredicesimo successo in Coppa del Mondo, il terzo in gigante, il secondo in Alta Badia dopo quello del 14 dicembre 2003.

Miller torna tra i primi tre in gigante dopo un anno. Un piazzamento importante in ottica classifica generale, che lo vede al terzo posto a 46 punti da Aksel Lund Svindal, oggi decimo, e a 23 da Didier Cuche, nono.

Quarto posto per un Benjamin Raich, in ripresa. Quinti un grande John Kucera. Il canadese, quindicesimo dopo la prima manche, ha dimostrato di poter diventare in gigante ancora più forte che in superG.

Brutta prestazione per gli azzurri. Non basta il rifiuto di Rocca. Anche Davide Simoncelli, vicino nella prima manche a Palander, per 32 centesimi, ha commesso un errore grossolano nella seconda. Sbagliando alla quarta porta, perdendo il ritmo e finendo ottavo.

Ancora più indietro gli altri azzurri: tredicesimo Blardone, ventunesimo Schieppati, ben oltre gli altri azzurri. Non si è qualificato per la seconda manche Peter Fill e non ha corso Giorgio Rocca che, abbandonati i sogni di polivalenza, punterà tutte le sue carte sullo slalom di domani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close