Cronaca

Bracconiere uccide capriolo: arrestato

immagine

BELLUNO — Una multa salata e 20 giorni di arresto. E’ questa la pena che dovrà scontare un bracconiere che, lo scorso settembre, ha ucciso un capriolo nel Parco nazionale Dolomiti bellunesi.

Le Guardie del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Corpo Forestale dello Stato, incaricate della sorveglianza del parco, hanno trovato l’animale in una pozza di sangue non lontano dal confine del territorio tutelato.
 
Ad ucciderlo sarebbe stato un giovane trentenne di Sovramonte. L’uomo, oltre al carcere, dovrà versare anche 1.500 euro all’ente Parco nazionale Dolomiti bellunesi, più un’ammenda di 400 euro. Sono due le accuse mosse al bracconiere: uccisione di una specie appartenente alla tipica forma stanziale alpina ed esercizio della caccia in area protetta.
 
Grazie all’efficiente servizio di sorveglianza, i casi di bracconaggio nella riserva sono molto limitati.
 
Valentina Corti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close