Sport

Abruzzo, arriva la world cup d’arrampicata

immagine

PESCARA — Per quattro giorni, l’Abruzzo sarà il centro mondiale dell’arrampicata sportiva. Dal 9 al 12 novembre ospiterà infatti l’unica tappa italiana della "World Cup 2006", che avrà come testimonial Maurizio Zanolla, in arte "Manolo", celebre climber trentino.

In campo scenderanno oltre cento concorrenti, 60 uomini e 50 donne. Per l’Italia, occhi puntati sul campione uscente Flavio Crespi, che cercherà di difendere il titolo anche per il 2006. E, in campo femminile, su Jenny Lavarda, stella ormai affermata dell’arrampicata, non solo sportiva, e su Manuela Valsecchi.
 
Nella classifica generale, Crespi è secondo dietro lo spagnolo Patxi Usobiaga e davanti a Tomás Mrázek (Repubblica Ceca), Julián Ramón Puigblanque (Spagna) e Jorg Verhoeven (Olanda). I punti che li dividono sono una manciata: la vittoria è ancora tutta da discutere. Tra le donne, invece, la coppa del mondo sembra ormai saldamente nelle mani dell’austriaca Angela Eiter, che ha oltre 120 punti di vantaggio sulle concorrenti.
 
In Abruzzo c’è grande attesa e tanto orgoglio per questo appuntamento, che porterà grande prestigio all’area Vestina e all’intero Abruzzo nel mondo dell’arrampicata. Penne è l’unico centro della zona con una struttura in grado di ospitare una gara di questa portata.
 
 La gara sarà concentrata nelle giornate di sabato e domenica. Ma per l’occasione, sono stati organizzati numerosi eventi collaterali.
 
Le altre tappe della world cup sono state Puurs (Belgio), Dresda (Germania), Chamonix (Francia), Quinghai
(Cina), Singapore (Singapore), Kuala Lampur (Malaysia), Marbella (Spagna), Shanghai (Cina). La coppa del
mondo si chiuderà il weekend successivo in Slovenia, a Kranj.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close