Sport

Trofeo Kima: vincono Bellati e la sicurezza

immagine

FILORERA, Sondrio — La dodicesima edizione del Trofeo Kima, la corsa regina della Valmasino, ha avuto vita breve. Nebbia in quota e motivi di sicurezza hanno spinto gli organizzatori a sospendere la manifestazione dopo soli 15 chilometri, nei pressi del Rifugio Allievi (2.395 metri). Dove i vincitori – Carlo Bellati e Corinne Favre – sono giunti in tempi assolutamente da record.

Il percorso originale di 48 chilometri, che si snoda sul sentiero Roma, era già stato ridotto in partenza di una decina di chilometri per l’inagibilità della bocchetta Roma (2894 metri), a causa di una piccola frana che ha reso impraticabile il tratto più tecnico del tracciato.
 
Poi, in quota, è scesa una nebbia fittissima avrebbe potuto intralciare gravemente le operazioni di soccorso in caso di incidente. Così l’organizzazione, in accordo con i concorrenti, ha optato per una scelta “di sicurezza piuttosto che di agonismo a tutti i costi” e ha decretato i vincitori dopo soli 15 chilometri.
 
Una scelta di prudenza dettata da una tragica esperienza. Lo scorso anno, durante la corsa cui aveva perso la vita l’atleta Marina Moreschi, di 43 anni, scivolata sulle rocce bagnate dalla pioggia.
 
Gli atleti, 85 in tutto, nonostante la breve durata della manifestazione hanno offerto al pubblico uno spettacolo mozzafiato e delle prestazioni da manuale. Il vincitore della manifestazione, Carlo Bellati di Premana, è giunto al Rifugio Allievi in 1.35”20’, tempo mai registrato nelle precedenti edizioni. A pochi secondi di distanza, Dino Melzani di Vagolino e il campionissimo bergamasco Fabio Bonfanti.
 
Tra le donne, svetta la francese Corinne Favre con un tempo di 1.48’.38” e uno stacco di quasi dieci minuti dalla seconda classificata, Emanuela Brizio, con 1.57’.23”. Terza,  Rosalba Brera Molinaro di Valdengo con 2.08’.17”.
 
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close