Sport

Skyrace: tutti pronti per la Ortles-Cevedale

immagine

SANTA CATERINA VALFURVA, Sondrio — «Chi il prossimo 13 agosto correrà la nostra gara non dovrà tanto fare i conti con terreni sconnessi ed esposti, bensì con un percorso tutto da spingere, per di più in quota». La guida alpina Adriano Greco, direttore gara, è fermamente convinto che il tracciato “inusuale” della prima skyrace Ortles-Cevedale, di sicuro piacerà sia agli atleti che agli spettatori.

Incastonata in uno scenario da favola come il Ghiacciaio dei Forni, questa inedita skyrace – con lunghezza di circa 20 chilometri e dislivello positivo di circa 1300 metri – avrà come campo base Santa Caterina in Valfurva.
 
"Si partirà in località La Fonte (1.738 mslm) sfruttando parte della pista da fondo –spiega Greco –. In località Ponte Lusseda si toccherà l’unico tratto di asfalto con una severa quanto breve ascesa".
 
Superata questa iniziale fase di selezione, il gruppo – già sgranato – avrà quindi di che divertirsi: a Cerena si scenderà prendendo la sterrata e attraversando il torrente Frodolfo. Di qui, un sentiero davvero bello e impegnativo dal punto di vista muscolare, accompagnerà i nostri atleti sino al raggiungimento  del Rifugio Forni (2.160 mslm).
 
A detta di Greco, d’ora in poi i distacchi cominceranno a farsi pesanti: "Per esperienza personale posso dire che in salita le differenze non sono mai ingenti. Dove le pendenze calano, chi sa spingere può però fare la differenza".
 
In effetti sulla strada bianca che porta al Rifugio Branca (2.487 mslm) chi avrà ben gestito le energie potrà tentare l’affondo vincente: "In questo tratto la gara è ancora nella sua fase d’ascesa, ma i ritmi di percorrenza cominceranno a salire. A seguire troveremo un breve lasso tecnico sul sentiero 28c di trasferimento verso il rifugio Pizzini (2.700 mslm)" racconta ancora il direttore di gara.
 
Raggiunto tramite strada bianca l’ultimo rifugio, i corridori del cielo dovranno ancora faticare sul lungo tratto collinare con fondo erboso: "Seguendo il percorso alto della Val Cedec – conclude Greco – si raggiungeranno le baite dell’Ables (2.213 mslm) per poi buttarsi in picchiata su Santa Caterina e raggiungere l’agognato traguardo della Fonte".
 
Mentre il comitato organizzatore ha già provveduto a segnalare il percorso, presso il locale Consorzio Tourisport sono giunte le prime iscrizioni. Sfogliando la lista partenti va sottolineata la presenza di Fulvio Dapit, attuale leader del Buff Skyrunner World Series. Per chi volesse maggiori informazioni, è attivo  l’apposito link sul sito www.santacaterina.it.
 
Luca Salini
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close