News

Linea Verde Sentieri in Piemonte, un viaggio dalle vette alle vigne

Questa settimana Linea Verde Sentieri accompagna gli spettatori in un viaggio alla scoperta del Piemonte, dalle vette della Val Pellice alle vigne del Nord Astigiano, facendo tappa a Torino presso il Museo Nazionale della Montagna. Appuntamento oggi, sabato 30 luglio, alle ore 12,00 su Rai Uno.

Anticipazioni RAI

Linea Verde Sentieri racconta il Piemonte. Sarà infatti il territorio compreso fra il Monviso, Asti e Torino quello protagonista della nuova puntata condotta da Lino Zani e Margherita Granbassi, con l’esperto di montagna Gian Luca Gasca, che ne sveleranno su Rai Uno alcuni dei luoghi più spettacolari e meno conosciuti.

Lino Zani, seguendo il Sentiero Italia CAI, partirà dalla Valle Pellice per poi accarezzare alcune delle vette simbolo della regione, tra cui spicca il maestoso e imponente Monviso, il Mons Vesulus dei romani. Visibile e riconoscibile anche da lunghe distanze, e per questo ritenuto per lungo tempo come la montagna più alta al mondo, sarà proprio il Monviso la meta prediletta di questo straordinario pellegrinaggio all’insegna della natura e della storia, che racconterà anche le sorgenti del Po e l’incredibile patrimonio custodito dal Museo Nazionale della Montagna di Torino.

Margherita Granbassi andrà invece alla scoperta del territorio dell’Oro Monferrato per illustrarne le peculiarità artistiche ed eno-gastronomiche. La conduttrice infatti arriverà in una tartufaia naturale per andare a caccia del pregiato tubero con due trifolau e i loro cani, proseguirà il suo cammino in una vigna per conoscere il pregiato vino ruché e dunque racconterà l’arte romanica in Monferrato. Oltre a paesaggi mozzafiato e curiosità dal territorio, in questa puntata, fra appuntamenti mancati e imprevisti, il divertimento sarà assicurato.

Il Sentiero Italia CAI in Piemonte segue il tracciato della Grande Traversata delle Alpi (GTA), che percorre l’intero arco alpino regionale. Una delle tratte più suggestive e simboliche per il Club Alpino Italiano è quella che si snoda ai piedi del Monviso, sulla cui cima Quintino Sella ha guidato la prima cordata interamente italiana. Era l’agosto del 1863 e il politico, insieme ai fratelli verzuolesi Paolo e Giacinto Ballada de Saint Robert e al deputato calabrese Giovanni Baracco, dopo aver raggiunto i 3841 metri della vetta ha immaginato la fondazione di un club che raccogliesse gli appassionati di montagna e che si facesse promotore di studi scientifici e culturali sulle nostre montagne. Da queste riflessione nasce, il 23 ottobre 1863, il Club Alpino che due anni dopo diventerà Club Alpino Italiano. A Quintino Sella è dedicato il rifugio Quintino Sella al Monviso, ai piedi della parete est della montagna, dove si è conclusa la tappa che ha accompagnato Lino Zani dalla Val Pellice alla Valle Po.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close