Cronaca

Addio a Mark Powell, pioniere di Yosemite

È scomparso, a 91 anni, Mark Powell, tra gli iniziatori dell’arrampicata in Yosemite. Un precursore di quella che poi sarà la grande storia delle big wall. È stato tra i primi a raggiungere l’impressionante parete di El Capitan negli anni Cinquanta. Era il periodo dei maestri della roccia, degli stonemasters, i primi a testarsi sul granito americano.

Anche a lui si deve la prima via su El Cap, The Nose. Con Warren Harding fece i primi tentativi nel 1957 (la via verrà aperta solo nel 1958), aprendo i primi tiri. L’anno successivo non partecipò alla salita decisiva per colpa di una frattura alla caviglia durante altre scalate. Fu un incidente complesso che richiese tempo ai soccorritori e che sfociò in un’infezione che avrebbe causato problemi allo scalatore per tutta la vita. In tempi recenti gli fu addirittura amputato il piede. Il problema alla caviglia non gli impedì comunque di continuare ad arrampicare ad alti livelli, anche se in breve tempo prese la decisione di ritirarsi per sempre dalle scene. Per molti anni ha insegnato geografia in California.

Powell fu uno dei primi dirtbag dalle valle, di certo il primo ad abitare stabilmente Camp 4, il campeggio ai piedi della grande parete granitica. Vi rimase per due stagioni, quella del 1955 e del 1956. Un periodo nel quale riuscì a portare a termine una serie di prime salite notevoli. Tra queste Arrowhead Arete (sette tiri, 5.8), una delle vie più dure del periodo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close