Sport estremi

Mike Horn e Borge Ousland finalmente a bordo della Pangaea

Ufficialmente chiusa la traversata artica

La traversata artica di Mike Horn e Borge Ousland è giunta ufficialmente al termine. Negli scorsi giorni la nave norvegese Lance, sulla quale sono rimasti bloccati per 3 settimane a seguito del recupero nell’Artico, sul finire delle scorte di cibo, è stata liberata dalla morsa dei ghiacci.

“La Lance è finalmente stata liberata dal ghiaccio, che sollievo – scriveva con emozione Horn pronto a partire alla volta della Norvegia – . Ora è tempo di tornare a casa”.

Il 30 dicembre la Lance ha raggiunto la Pangaea, nel porto di Tromso, dopo una breve tappa a Longyearbyen. Ad attendere a bordo l’esploratore sudafricano le due figlie Jessica e Annika.

“Oggi ho potuto abbracciare le mie ragazze dopo oltre 4 mesi trascorsi nel Mar Glaciale Artico – racconta emozionato papà Mike -. Nei miei oltre 30 anni di esplorazione professionale, ci sono stati tanti ciao e arrivederci scambiati con le persone che amo…ma questa volta è stato particolarmente speciale. Quando ho detto ‘arrivederci’ sul lato dell’Alaska, non sapevo ancora bene in cosa ci stessimo cacciando io e Borge. Più volte durante questa avventura mi sono chiesto se non si fosse trattato del mio ultimo arrivederci. Ma sebbene tante cose non siano sembrate andare nel verso giusto durante questa spedizione, siamo ancora vivi per raccontarne la storia. Cosa che al termine di questa giornata deve necessariamente significare che siamo stati più fortunati che sfortunati“. 

Un pensiero che ripercorre gli ultimi 4 mesi per riportarlo all’istante presente, da vivere appieno con la sua famiglia. Ma non manca uno sguardo rivolto già al futuro. “Ora è finalmente tempo per me di riposare e trascorrere del tempo con i miei amati prima di iniziare a pensare in quale nuova grande avventura imbarcarmi”.

Si chiude così Pole2Pole

La conclusione della traversata artica segna anche la fine del progetto “Pole2Pole”, il giro del mondo a piedi e in barca a vela passando per i Poli iniziato nel maggio 2016, la cui prima tappa è stata completata nel febbraio 2017 con la traversata “kite-ski” dell’Antartide. 5.100 km percorsi in 57 giorni passando per il Polo Sud.

57 giorni rappresentano anche il tempo impiegato da Horn e Ousland per traversare l’Artico. Una esperienza senza pari che, nel giorno 1 di navigazione verso casa della Lance, Mike ha deciso di riassumere in un video racconto.

“Ecco qui un breve video diretto ed edito da Etienne Claret con l’aiuto di Charles Audier che guarda indietro al viaggio che mi ha cambiato per sempre”, commenta l’esploratore sudamericano.

“Nella mia intera carriera come esploratore professionista non sono mai stato messo alla prova in un modo simile. Pazzesco pensare che la vita e la natura non smettano mai di impartirci lezioni, anche quando pensi di sapere e di aver visto tutto. Ora è tempo di lasciare il freddo e buio Artico dietro di me e tornare a casa dai miei amati. Mantenendo ben stretti per certo i ricordi che ho avuto l’incredibile opportunità di collezionare per me stesso, qui in questo ostile e fragile ambiente”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close