• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Monte Rosa, muore alpinista sulla Cresta Signal. Lotta la guida alpina caduta sul Monte Bianco

Nuovo incidente mortale sulle Alpi. Un alpinista, di cui non sono state ancora comunicate le generalità, ha perso la vita mentre percorreva in solitaria la Cresta Signal in salita verso la Punta Gnifetti sul Monte Rosa.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 8.45 da un’altra cordata di alpinisti che hanno assistito all’incidente. Sul posto è stata inviata l’eliambulanza 118 che ha localizzato il corpo dell’uomo in un canalone sul versante settentrionale molto impervio ed esposto a cadute di pietre.

Dopo aver caricato a bordo un tecnico del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, si è proceduto al recupero della salma.

L’incidente sull’Aiguille Marbrée nel Massiccio del Monte Bianco

È grave, ma continua a lottare all’ospedale di Ginevra Gianfranco Sappa, guida alpina di Courmayeur precipitato per 150 metri dall’Aiguille Marbrée, nel Massiccio del Bianco.

Nell’incidente ha perso la vita una donna, che prima di essere identificata si pensava fosse una cliente. È Giuditta Parisi, 47 anni, compagna di Sappa.

Dalle prime ricostruzioni dei PGHM di Chamonix la causa della caduta potrebbe essere lo sfilarsi della corda usata per calarsi in doppia. Si escludono crolli. È però ancora un’ipotesi, che dovrà essere verificata dalla genarmeria francese che si sta occupando delle indagini.

Gianfranco Sappa, oltre a essere guida alpina di Courmayeur, fa parte del Soccorso Alpino come coordinatore degli interventi della centrale unica. Insieme all’alpinismo è un grande appassionato di MTB.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.