• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alta quota, Primo Piano

Alpinismo a 8000 metri, le foto di vetta di questa stagione

Nelle ultime due settimane molti degli alpinisti volati in Pakistan per salire senza ossigeno a quota Ottomila, hanno raggiunto il proprio obiettivo. Di seguito le foto di vetta già rese pubbliche.

Marco Confortola

Ha raggiunto la vetta del Gasherbrum II il 18 luglio alle ore 3.30/4.00 del mattino. Insieme a lui anche Sergi Mingote, Ali Durani e Denis Urubko. Per Marco la vetta rappresenta l’11esimo 8000 salito nella sua carriera.

Sergi Mingote

Per l’alpinista catalano il Gasherbrum II ha rappresentato il sesto Ottomila salito in un anno, a completamento del suo progetto “3x2x8000”. Una modifica in corso d’opera dell’originale “3×8000 Solidarity Project” intrapreso un anno fa, con l’intento di salire le tre vette più alte del Pianeta in 365 giorni.

Denis Urubko

Dopo aver salito il G2 lungo la via normale, è rimasto al campo base per tentare nei prossimi giorni, in solitaria, di aprire una nuova via sull’Ottomila.

Mario Vielmo

L’alpinista vicentino è arrivato in cima al Broad Peak alle 16.30 del 17 luglio. In vetta ha portato con sé la bandiera di “Parent Project”, l’organizzazione italiana di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Come per Confortola, con il Broad Peak arriva a quota 11 Ottomila saliti.

Cala Cimenti

Dopo aver raggiunto la vetta del Nanga Parbat lo scorso 3 luglio, Cala Cimenti si è diretto al Gasherbrum VII, salendo in vetta il 20 luglio e intraprendendo così la seconda discesa sugli sci sulla catena himalayana della stagione.  Nel corso della discesa la tragica caduta del compagno di cordata Francesco Cassardo, soccorso in un primo momento via terra da Cala, raggiunto da Denis Urubko, Don Bowie e 2 alpinisti polacchi. Dopo 48 ore è stato possibile far decollare un elicottero dell’esercito pakistano che lo ha trasportato presso l’ospedale di Skardu. Da mercoledì Francesco è stato trasferito presso il presidio ospedaliero di Islamabad.

Uta Ibrahimi

L’alpinista kosovara ha raggiunto il 12 luglio 2019 intorno alle 08.00 la vetta del Gashebrum I. Per lei il quinto Ottomila.

Carla Perez e Adrian Ballinger

Sono arrivati sulla cima del K2 il 24 luglio, poche ore dopo Nirmal Purja, primo salitore della stagione. Insieme a loro, con ossigeno supplementare, anche Esteban “Topo” Mena,  Palden Namgye e Pemba Gelje Sherpa.

Nirmal Purja

A lui un Ottomila a stagione non basta. Neanche uno a settimana, a dire la verità. Ecco allora che lo ritroviamo su quattro Ottomila nel giro di una manciata di giorni: 15 luglio sul G1, 18 sul G2, 24 sul K2 e 26 sul Broad Peak. Con quest’ultima salita, portata a termine stamattina alle ore 8.50 locali, si chiude la prima fase delProject Possible”, il progetto di salire in un anno tutti e 14 gli Ottomila. Attendiamo la foto di vetta.

Dopo una pausa estiva, il prossimo autunno a Nirmal non resterà che salire Shisha Pangma, Cho Oyu e Manaslu. Ricordiamo che Nirmal stia portando avanti il suo progetto in velocità facendo uso all’occorrenza di ossigeno supplementare.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.