Alta quota

Cala Cimenti verso la vetta del GVII. “Unico tentativo, o la va o la spacca”

Partiti questa notte alle 3 pakistane Cala Cimenti e il suo compagno Francesco Cassardo si stanno ora muovendo verso la vetta dell’ancora inviolato Gasherbrum VII. “Unico tentativo, o la va o la spacca” scrive Cala sulla sua pagina Facebook.

Partito dal campo base con uno zaino di 30 chili, Cimenti ha prima raggiunto il campo 1 del Gasherbrum II portando con se un piccolo regalo per l’amico Marco Confortola in discesa dal GII: una bottiglia di Coca Cola con cui festeggiare l’undicesimo ottomila e con cui reintegrare qualche zucchero. Una piccola pausa, poi avanti verso la montagna.

In questo momento i due stanno procedendo a passo regolare e sono quasi giunti alla base del Gasherbrum VII, il riposo di questi giorni è servito per far riprendere completamente Cala dopo il Nanga Parbat e “anche il male al polpaccio è passato”.

I due hanno provviste sufficienti per stare via dai quattro ai sei giorni, il morale e alto e l’acclimatazione dello snow leopard è buona. La stessa cosa non si può invece dire per Cassardo che, arrivato dall’Italia per questa seconda parte della spedizione, a oggi non ha ancora avuto occasione di trascorrere tempo in quota.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close