• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Bike

Courmayeur, in MTB nelle valli ai piedi del Monte Bianco – seconda puntata

Continua il viaggio di presentazione di Montagna.tv all’ edizione dello speciale Outdoor Bike che i lettori potranno trovare allegato al primo numero della nuova testata di Editoriale Domus, Meridiani Cammini, in edicola a breve.
Il viaggio si articolerà in 16 appuntamenti in cui attraverso le interviste ad alcuni testimonial locali vi presenteremo alcune delle migliori destinazioni per la bici in montagna sulle Alpi.
Claudio Cheraz, trail running e maestro di mountain bike, ci ha già introdotto del mondo delle due ruote sotto al Monte Bianco, oggi torna a raccontarci come vivere Courmayeur e le valli ai piedi del Tetto d’Europa, presentandoci altri due itinerari da percorrere in MTB in Val Ferret e Val Veny.

 

Courmayeur può essere il punto di partenza per tour di più giornate?

“I biker più ambiziosi e preparati possono contare su due proposte molto allettanti: il Tour du Mont Blanc e il Tour dei rifugi in mtb. Il Tour del Monte Bianco richiama biker da tutto il mondo sia per la spettacolarità dei paesaggi sia per la varietà dei suoi percorsi che ruotano intorno alla montagna più alta del Vecchio Continente, tra sentieri, tratti asfaltati e discese mozzafiato. È consigliabile programmare e prenotare i rifugi dove sostare durante le 5 tappe in cui suddividere l’intero tour, lungo ben 210 km con un dislivello di 8000 m. Meno estremo ma altrettanto affascinante il Tour dei rifugi. Il percorso da suddividere in 3 tappe è lungo 120 km e presenta un dislivello complessivo di 4200 m. Sei i rifugi che si incontrano durante l’itinerario: rifugio Elisabetta, rifugio Maison Vieille, rifugio Monte Bianco, rifugio Elena, rifugio Bonatti e rifugio Bertone”

Le valli ai piedi del Monte Bianco si prestano anche per un turismo più ludico in grado di attrarre le famiglie?

“La Val Ferret, in particolare, si presta per escursioni alla portata di tutti, con la ciclabile che costeggia la strada asfaltata, è adatta anche alle famiglie con bambini, mentre se si cerca qualcosa di più impegnativo si può risalire la valle o pedalare in direzione del rifugio Bertone e del rifugio Elena. Con COURMA e-BIKE Courmayeur promuove l’utilizzo delle mountain bike a pedalata assistita, organizzando appuntamenti e iniziative aperti a tutti. Noleggi convenzionati affittano e-bike a prezzi favorevoli. Grazie alle e-MTB le località più affascinanti sono, ora, alla portata di tutti: escursioni al rifugio Elena in Val Ferret o verso le Baite del Peuterey e del Frêney nella più selvaggia Val Veny permettono di godere di panorami incantevoli”

Quali sono le proposte più interessanti per i biker più esperti?

“La Val Veny propone anche percorsi più impegnativi: gli appassionati di all mountain potranno pedalare fino al Col de la Seigne, al confine con la Francia, e al Col Chavanne, che si collega con La Thuile. Senza dimenticare i già citati Tour du Mont Blanc e il Tour dei rifugi da percorrere anche solo in parte. Gli appassionati di enduro e gravity hanno a loro disposizione anche l’HeliBike e la funivia che da Courmayeur porta al Plan de Checrouit, dal quale partono sentieri stretti e tortuosi che richiedono buone abilità di guida”

 

ITINERARI

  • ROAD & CICLOTURISMO

NELL’INCANTEVOLE VAL FERRET
AREA: Courmayeur/ Val Ferret
PARTENZA: Courmayeur
ARRIVO: loc. Arnouva
LUNGHEZZA: 30 km
DISLIVELLO: 550 m in salita; 550 m in discesa
DURATA: 4 h DIFFICOLTÀ: media (fisica)/ facile (tecnica)
PERIODO: da giugno a ottobre
INFO: www.courmayeurmontblanc.it

DESCRIZIONE: partendo da Courmayeur seguire le indicazioni per la Val Ferret in direzione del Traforo del Monte Bianco, quindi si passano le varie frazioni (Larzey, Entrèves, La Palud) per poi arrivare a Planpincieux (1600 m) dove inizia il piano della Val Ferret. Si fiancheggia la catena del Monte Bianco, sotto alle pareti delle Grandes Jorasses, per poi spaziare con lo sguardo fino al fondo valle dove si vede il Col Ferret che delimita il confine con la Svizzera. Proseguendo lungo la strada si incontrano le località Tronchey, Prà Sec, Lavachey, dopo di ché si sale per un paio di tornati fino al bivio per il rifugio Bonatti dove la strada diventa di nuovo più pianeggiante. Alla fine del lungo pianoro si arriva a destinazione, in località Arnouva (1760 m). Per il ritorno a Courmayeur si segue lo stesso tragitto.

  • MTB TRAIL & E-MTB

RIFUGI IN VAL VENY
AREA: Courmayeur/ Val Veny
PARTENZA: Courmayeur
ARRIVO: Courmayeur
LUNGHEZZA: 16 km
DISLIVELLO: 890 m in salita; 756 min in discesa
DURATA: 3 h
DIFFICOLTÀ: impegnativa (fisica)/media (tecnica)
PERIODO: da giugno a settembre
INFO: www.courmayeurmontblanc.it

DESCRIZIONE: partendo da Courmayeur e seguendo le indicazioni per la Val Veny, dopo la chiesa di Notre-Dame de la Guerison si trova il bivio sulla sinistra con indicazioni per Pré De Pascal. Si passa davanti al rifugio Cai Uget Monte Bianco e si prosegue sull’asfalto fino in cima, dove si trova la sbarra e inizia la poderale fino al colle di Courba Dzeleuna; da qui si scende sempre sulla poderale e si svolta a destra risalendo fino al rifugio Maison Vieille. Da qui si ha un’ottima vista sul Monte Bianco e sull’Aguille Noire de Peuterey. Scendendo lungo le piste da sci si passa per Plan Checruit e si arriva in frazione Dolonne a 2 km dal centro di Courmayeur

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.