Alpinismo

Il forte legame tra alpinismo e solidarietà

Quando avevamo annunciato della spedizione allo Shisha Pagma di Mario Vielmo, avevamo anche detto che il suo viaggio in Nepal non avrebbe avuto solo l’obiettivo alpinistico, ma anche solidale e così è stato. 

Da anni infatti l’alpinista vicentino segue e promuove i progetti dell’associazione Sidare Onlus, che si occupa si aiutare i bambini dell’India, Tibet e Nepal.

Oggi dopo tanta tristezza e dramma vissuti ai piedi dello Shisha Pangma vi voglio raccontare una bella storia di solidarietà – scrive Vielmo -. Come da programma l’altro giorno assieme ad Ombretta Ciscato, quale rappresentante di Sidare Onlus, abbiamo affrontato il lunghissimo viaggio in jeep su strade impervie e molto pericolose per raggiungere il villaggio di Ghatlang nel distretto di Rasuwa, a quota 2800 m, nella regione Himalayana del Langtang ai piedi del Monte Ganesh. Tempo fa avevamo ricevuto una richiesta d’aiuto per i bimbi di questo villaggio colpito gravemente dal terremoto del 2015. Alla costruzione della prima scuola ad Arugath conclusasi perfettamente seguiràora un altro progetto. Cosìla nostra visita in questo sperduto angolo del Nepal è stata proficua. Ombretta ha trovato un ottimo referente nepalese che seguirà i lavori e noi verificheremo il tutto. Il preside della scuola più che soddisfatto e i bambini di Ghatlang tra un anno avranno una struttura scolastica di 9 aule costruite con sistemi antisismici. Ringrazio infinitamente Sidare Onlus, i tantissimi vicentini e non, i privati, le aziende, gli enti ecc. che hanno contribuito a questo meraviglioso progetto che ènato anche per ricordare alcuni amici che in questo periodo ci hanno tristemente lasciato”.

Come Mario Vielmo sono molti gli alpinisti che hanno voluto, per citare Mario Merelli, lasciare un segno tangibile in quelle terre, che negli anni hanno dato tanto con le loro montagne. Citiamo il Kalika Hospital, l’ospedale in Dolpo voluto da Marco Zaffaroni e Merelli, ma anche la onlus Sanonani, nata tra gli altri Marco Camandona, i progetti di Marco Confortola con Finale for Nepal. Questi sono solo alcuni, impossibile nominarli tutti, ma bastano a dimostrare il forte legame tra l’alpinismo e la solidarietà. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close