Cronaca

Sepolta da una valanga: famiglia si salva dentro l'auto

immagine

LIVIGNO — Il loro fuoristrada è stato investito e sepolto da una slavina. Brutta avventura, per fortuna a lieto fine, per una famiglia originaria di Sarnico, in provincia di Bergamo, che il giorno di Natale è stata travolta da una valanga mentre con la propria vettura, una Toyota Rav 4, stava percorrendo la statale 301 che collega Bormio a Livigno. 

Padre (45 anni), la madre (39) e il figlio (appena maggiorenne) devono accendere un cero alla Madonna. Durante il tragitto, arrivati al passo del Foscagno, a un’altitudine di quasi 2.300 metri, dalla montagna si è staccata una slavina che ha invaso la carreggiata.

L’auto è stata investita in pieno. Ha iniziato a spostarsi verso il lato sinistro, poi è stata sollevata e infine sepolta dalla neve con i suoi occupanti.

Per fortuna l’abitacolo della vettura ha resistito. La neve ha rotto il lunotto posteriore ed è entrata nella vettura. Tuttavia la bolla d’aria che si era formata è stata sufficiente per consentire al padre di chiamare con un cellulare il 113. La questura di Sondrio ha rassicurato la famiglia che i soccorsi sarebbero arrivati di lì a poco.

Ma quei minuti sembravano un’eternità. Pertanto padre e figlio, dopo aver abbassato il finestrino, si sono aperti un varco nella  neve e sono riusciti ad uscire. Poi hanno prelevato la madre. Pochi minuti dopo sono arrivati i vigili del fuoco.

Una volta fuori i bergamaschi si sono resi conto del rischio che hanno davvero corso. Oltre il guardrail che aveva bloccato l’auto c’era un precipizio senza alberi e con parecchie rocce.

WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close